Palermo: Sottoscritta la stabilizzazione di 12 lavoratori di Mercatone Uno

28/10/2015

Si è conclusa, con la sottoscrizione di dodici conciliazioni individuali, la vertenza dei lavoratori con contratto di associazione in partecipazione dei punti vendita di Mercatone Uno di Palermo e Carini.
Con la causa pilota, avviata lo scorso anno da un lavoratore in associazione in partecipazione del punto vendita di Palermo, assistito dal legale della Cgil, la Filcams Cgil Palermo e Nidil Palermo  era stato portato all’attenzione del tavolo nazionale il fenomeno degli associati presenti in Mercatone Uno. La sentenza aveva riconosciuto illegittimo il licenziamento di un associato e disposto la reintegra sul posto di lavoro come lavoratore subordinato.
Il 17 giugno 2015 è stato siglato l’accordo nazionale che prevede la stabilizzazione di tutti gli associati in partecipazione presenti all’interno dell’azienda, attraverso proprio la sottoscrizione delle conciliazioni individuali che sanciscono la trasformazione del rapporto di lavoro a tempo indeterminato con l’applicazione del Contratto Nazionale del Commercio.
“Siamo soddisfatti per la trasformazione dei rapporti di lavoro da associati a dipendenti, – affermano Laura Di Martino, segretario generale Nidil Cgil Palermo e Monja Caiolo, segretario generale Filcams Cgil Palermo – sebbene non abbiamo condiviso i criteri e le ragioni che hanno portato l’azienda a stabilizzare i lavoratori con orari lavorativi differenti tra loro, motivo per cui abbiamo preteso e ottenuto l’inserimento di una clausola che rimanda al tavolo nazionale la ridefinizione degli orari di lavoro. Gli associati- concludono le due sindacaliste – privati di molti diritti, sono sempre stati l’anello debole tra i lavoratori di Mercatone Uno, auspichiamo adesso ad un trattamento equo tra loro.”