News Filcams

Palermo: prima istanza di cassa integrazione prevista dal nuovo codice antimafia

06/11/2019
BeniConfiscati_big

Palermo: prima istanza di cassa integrazione prevista dal nuovo codice antimafia
Concluso positivamente l’iter per il trattamento di sostegno al reddito per i lavoratori Ferdico/Galleria Portobello-Carini(PA).
È stato finalmente sottoscritto in Prefettura a Palermo il verbale di accordo, così come previsto dalla vigente normativa in materia di aziende sequestrate e confiscate, per il ricorso alla Cassa Integrazione richiesta per le lavoratrici e i lavoratori della Ferdico Giuseppe e C. Snc in confisca di primo grado.
Si tratta del primo caso di istanza e accesso all’ammortizzatore sociale da quando è in vigore il nuovo codice antimafia.
“Il verbale sottoscritto è la riprova che gli strumenti da sempre richiesti dalla Cgil in favore delle lavoratrici e dei lavoratori di aziende sequestrate o confiscate, sono effettivamente fondamentali per assicurare al meglio il processo di ripristino di condizioni di legalità, tutelando, contestualmente, i livelli occupazionali” ha dichiarato Luca De Zolt Filcams Cgil Nazionale. “Da Palermo, uno dei primi territori in cui sono iniziati sequestri e confische, la prima istanza di cassa integrazione prevista dal nuovo codice antimafia è l’importante riscatto del territorio. Questa positiva esperienza” conclude De Zolt, “ci porta inoltre a ribadire l’urgenza del rilancio organizzativo dell’Agenzia Nazionale stessa, unico modo per dispiegare ed estendere gli sforzi per il recupero dei beni e dell’occupazione.”
“Adesso auspichiamo che il decreto ministeriale venga emesso nel più breve tempo possibile. – afferma Monja Caiolo segretaria generale Filcams Cgil Sicilia. “Le lavoratrici ed i lavoratori Ferdico Giuseppe e C. Snc in confisca di primo grado sono in aspettativa non retribuita dal 9 dicembre 2017. Hanno creduto nell’Agenzia Nazionale per i Beni Sequestrati e Confiscati e hanno atteso con grande sacrificio per la loro ripresa lavorativa. Confidiamo di procedere presto anche in questo.”