Palermo: Ds, “Un sondaggio tra i commercianti”

06/06/2001



Logo Repubblica.it
Palermo

Pagina 4
Ds contrari alle aperture domenicali
"Un sondaggio tra i commercianti"

la proposta


UN sondaggio per conoscere l’opinione di esercenti e commessi sul tema delle aperture domenicali dei negozi. A lanciarlo sono i Democratici di sinistra che distribuiranno a partire da oggi un questionario negli esercizi commerciali della città. I negozianti sono invitati a pronunciarsi pro o contro l’apertura domenicale, ad indicare il numero di domeniche in cui sono disposti ad aprire e se gradiscono la sostituzione dei dipendenti nelle giornate festive. «Vogliamo capire quanti commercianti sono d’accordo con la mozione che il nostro gruppo consiliare ha presentato in consiglio comunale – dice Davide Faraone, segretario cittadino dei Ds – il documento prevedeva di non autorizzare le aperture degli esercizi commerciali nei festivi, tranne in quelle giornate espressamente previste dalla legge regionale: otto domeniche più le quattro di dicembre». Assieme al sondaggio, i cui dati saranno resi noti fra una quindicina di giorni, è partito anche un volantinaggio in tutta la città. A favore dell’apertura dei negozi anche la sera e nei festivi sono i commercianti di corso Vittorio Emanuele, fra via Roma e Porta Felice riuniti nel neocomitato per il Cassaro. Il comitato, costituito da 36 esercenti della zona, ha chiesto al commissario straordinario Guglielmo Serio di istituire un’isola pedonale lungo la via dalle 19 e 30 alle 2 di ogni sera per tutto il periodo estivo. «Siamo disponibili ad aprire con orari non stop – dice Enza Panebianco, uno dei membri del comitato – e ad organizzare anche iniziative come mostre di artigianato e altri eventi all’interno degli esercizi». Gli esercenti hanno inviato una richiesta scritta al commissario ma non hanno ottenuto alcuna risposta. «Se non riceveremo notizia entro la prima metà di giugno – minacciano i negozianti – occuperemo il corso e lo chiuderemo al traffico».