Optocoop (ottica) potenzia la rete di vendita in Italia

24/03/2003




              Domenica 23 Marzo 2003


              Optocoop (ottica) potenzia la rete di vendita in Italia
              R.E.


              MILANO – Optocoop Italia conquista nuovi primati sul mercato dell’occhialeria. Secondo una ricerca del mensile specializzato «Make up» la notorità acquisita nell’ultimo anno da Optocoop Italia è balzata al primo posto scavalcando, nell’ordine, Salmoiraghi&Viganò, Grand Optical e OptissimO. Optocoop – struttura nata nel 1993 e che associa esclusivamente cooperative e consorzi tra esercenti l’attività di ottico optometrista di alto livello – si presenta al pubblico con il marchio OxO. «Questo marchio – spiega il direttore commerciale di Optocoop Italia, Luis Vanella Ferrero Regis (argentino d’origine ma italiano d’adozione) – è stata la risposta degli ottici optometristi indipendenti, che non volevano perdere il loro bagaglio storico-professionale, ai nuovi fenomeni di mercato». Oggi con i suoi 425 negozi (1.700 addetti) OxO è il gruppo di distribuzione del settore di gran lunga più grande e capillare d’Italia, perché copre l’intero territorio nazionale. Il consorzio vanta un sell in pari a 26 milioni di euro. Nel 1999 era la metà. Nel 2002 l’incremento rispetto al 2001 è stato del 27 per cento. Dal 2000 a oggi la rete di vendita di Optocoop Italia è salita del 31 per cento. Il sell out consolidato del gruppo ha raggiunto, nel 2002, i 116,2 milioni di euro. Il giro d’affari stimato dell’intero settore è di 1,5 miliardi di euro sviluppati da 9mila punti vendita. «Gli obiettivi raggiunti dal consorzio in questi anni – continua Vanella – sono numerosi: le insegne OxO sono presenti nel 90% dei negozi associati, l’ultima campagna ha avuto un incremento del 25% ed è recente la costituzione di Opto Sinergy srl che avrà la facoltà di istituire sedi secondarie, succursali, filiali, uffici, depositi e agenzie». Il successo dell’azienda, insiste il manager, è rappresentato dalla risorse umane. «Il fattore umano come origine del successo – sottolinea Vanella – è la forza primaria di OxO. Il fattore umano non è rappresentato solo da chi dirige l’azienda; il fattore umano è costituito da tutti coloro che credono e s’impegnano tutti i giorni. Il successo di Optocoop Italia – conclude il manager – si deve proprio nell’aver intuito la grande capacità di un gruppo e di credere nelle singole persone come se ognuna fosse l’unica artefice del successo; strategia anomala se paragonata ai modelli di management del settore ottico in Italia».