Operai sui cornicioni della Multiservizi

25/10/2013

"Stipendi d’oro, si dimettano i vertici"
Bari – La protesta dei lavoratori che minacciano di lanciarsi nel vuoto: 100 euro in meno in busta paga a fronte di un aumento dei compensi dei dirigenti. Presentato un esposto in procura
E’ stata occupata da questa mattina la sede della Multiservizi di Japigia. I lavoratori hanno dichiarato 24 ore di sciopero e sono entrati negli uffici della azienda municipalizzata esponendo bandiere e striscioni. Via Oberdan, nel tratto interessato dalla protesta, è stata completamente chiusa al traffico ed è sorvegliata da carabinieri e polizia in assetto antisommossa.
Sul posto anche due squadre di vigili del fuoco e un’ambulanza del 118. Alcuni operai infatti sono sospesi sul cornicione e a cavalcioni sui davanzali delle finestre e minacciano di buttarsi. I sindacati hanno pronto un esposto da presentare alla procura di Bari per chiedere conto di compensi e consulenze.
"Ci siamo ritrovati
con 50-100 euro in meno in busta paga – spiega la segretaria della Filcams Cgil Bari, Barbara Neglia – mentre i dirigenti percepiscono stipendi d’oro. Chiediamo le dimissioni del direttore generale Emilia Roppo e il commissariamento della Bari Multiservizi. Vogliamo garanzie sui livelli occupazionali nel futuro". "Vogliamo come unico interlocutore il sindaco Michele Emiiliano – aggiunge Giuseppe Boccuzzi della Fisacat Cisl – per sapere che fine faranno i 157 lavoratori".