Open Corporation: presentata la classifica finale dell’osservatorio sindacale sulle multinazionali

23/12/2020
opencorporation

9.624 aziende multinazionali in osservatorio, di cui 568 sottoposte a Rating e Ranking: questo il vasto confronto che ha prodotto l’#OpenCorporationRanking 2020, stilato dall’osservatorio sindacale sulle multinazionali che elabora mensilmente nell’arco dell’anno le valutazioni delle imprese, con l’obiettivo di renderle più trasparenti e accessibili.

La classifica finale è stata presentata nel corso dell’ Open Corporation Day, svolto per la sua terza edizione sul palco virtuale di un webinar online, dove si sono alternati 30 relatori tra dirigenti Sindacali europei e mondiali, Presidenti e rappresentanti di Comitati Aziendali europei e global e manager di aziende internazionali.

Il “Rating dinamico” ha permesso alle multinazionali, a partire da quest’anno, di confrontarsi e sfidarsi sul fronte del dialogo e della responsabilità sociale, delle condizioni di lavoro, della trasparenza finanziaria e delle politiche in tema di ambiente, diversità e accessibilità per le persone con disabilità, e ha visto ENEL conquistare il podio, seguita da IBERDROLALVMHALLIANZFERROVIALMANPOWERL’OREALNORSK HYDRO,ELECTROLUXRENTOKIL.

Una sana competizione che ha creato un continuo cambio ai vertici della classifica e ha portato a varcare la soglia della top ten quattro aziende che nel 2019 erano collocate oltre la duecentesima posizione, mentre negli ultimi due mesi sono cresciute del 16% quelle con un rating superiore a 60 punti su 100, sull’onda di un miglioramento continuo.

“Se la novità del 2020 è stato il “Rating dinamico” quella del 2021 sarà l’interattività, con la possibilità di commentare, contestare, segnalare dati e informazioni incompleti o non corretti –  ha annunciato Gabriele Guglielmi, Filcams Cgil – uno stimolo ulteriore affinché le imprese multinazionali siano sempre più trasparenti. E se il 2020 è stato l’anno dell’emergenza sanitaria, l’anno prossimo l’osservatorio #OpenCorporation monitorerà, comparerà, valuterà i comportamenti aziendali anche su come stanno reagendo al post-pandemia”.

Oltre la top ten troviamo:  WEBUILDAT&T, , ASSICURAZIONI GENERALI

BEKAERTBANKIALAFARGEHOLCIMAUTOGRILLEDENREDNOBIAALSTOMSAPBNP PARIBASAIRBUSUNICREDITDEUTSCHE BANKHENNES & MAURITZWOLTERS KLUWERORANGECREDIT AGRICOLESIEMENSSCHNEIDER ELECTRICBANCO BILBAO VIZCAYA ARGENTARIAVINCIEQUINORKERING e ATOS.
Dopo la presentazione della classifica aggiornata, l’OpenCorporation Day è proseguito con due tavole rotonde dedicate a “L’anno terribile 2020 letto con i dati dell’Osservatorio OpenCorporation” e “Come le aziende nei diversi settori/Paesi hanno affrontato la pandemia e quali prospettive per il futuro”. L’intervento conclusivo “Pandemia, la luce del vaccino in fondo al tunnel” è stato affidato a una scienziata del team di Moderna Therapeutics che ha condiviso informazioni sullo sviluppo del vaccino e sulle prospettive sull’innovazione biotech nel post-pandemia.