ONOREVOLE LA PREGO

13/10/2009

“Onorevole La prego …”

La Filcams Cgil Nazionale, Il coordinamento Donne Filcams Regionale e la Filcams Cgil di Roma e del Lazio, esprimono forte indignazione per quanto accaduto nella trasmissione Porta a Porta del giorno 7 ottobre 2009.
Non si può che registrare con stupore e rammarico che nel nostro Paese non è riconosciuto il diritto al contraddittorio, in particolare alle donne.
Nel corso della citata trasmissione, durante uno degli ormai frequentissimi e deliranti monologhi televisivi del Premier, stavolta indirizzato a colpire il Capo dello Stato, colpevole di non aver esercitato pressioni sui Giudici della Consulta per far approvare il discusso Lodo Alfano, l’on. Bindi si è “macchiata di una colpa gravissima”: ha espresso il suo dissenso interrompendo lo show di Berlusconi, che le ha risposto: “Lei è più bella che intelligente”.
L’ ingiuria rivolta all’on. Bindi da parte del Presidente del Consiglio rappresenta un attacco alla dignità di tutte le donne ed un chiaro esempio della bassa considerazione che il Capo del Governo ha rispetto all’universo femminile. Questo episodio non fa che confermare, infatti, “la visione malata e strumentale che il Premier ha nei confronti delle donne”, come affermato, con grande lucidità, dalla stessa Rosy Bindi.
Quello che più meraviglia e che risulta inaccettabile è il colpevole silenzio del conduttore della trasmissione, il dott. Bruno Vespa, che non ha impedito quella volgarità e non ha ritenuto opportuno intervenire in difesa della sua ospite e che si è limitato a pronunciare sommessamente “Onorevole La prego …”.
Per queste ragioni la Filcams Cgil di Roma e del Lazio e il Coordinamento Donne Filcams Regionale manifestano tutta la propria solidarietà all’on. Rosy Bindi.