Oltre mille opportunità per lavorare part time

22/10/2010

Complice la crisi, crescono gli impieghi «parziali»: +3,6%
Crescono i lavoratori part time (+3,6%), loro malgrado. Secondo l’Istat infatti «l’incremento e’ dovuto esclusivamente al part-time di tipo involontario, ossia ai lavori accettati in mancanza di occasioni di impiego a tempo pieno» (dati settembre 2010). Al di là di questo commento, rimangono opportunità per guadagnare, entrare in contatto con il mondo del lavoro e sviluppare competenze. Fra l’altro alcune aziende tendono a privilegiare comunque l’inserimento di persone part time per una maggiore flessibilità. E’ il caso fra le altre di Ikea il cui organico è costituito dal 60% di dipendenti a tempo parziale, distribuito su sei giorni alla settimana ( www.ikea.it).
Grande distribuzione —
Comunque sia il periodo autunnale è propizio perché si avvicinano anche le richieste di personale stagionale. Per esempio, da Esselunga riparte proprio in questi giorni la campagna di reclutamento di 200 persone per il periodo natalizio, altre opportunità part time si accendono comunque durante tutto l’anno per sostituzioni maternità (dai 6 ai 12 mesi), nuove aperture e esigenze di organico ( www.esselunga.it).
Televisione — 170 ricerche vengono invece da Qvc, canale televisivo americano operativo da ottobre in Italia. A Brugherio seleziona infatti: 50 operatori call center inbound per accogliere, gestire e risolvere i problemi dei clienti e altri 120 per seguirne gli ordini ( www.qvc.it).
Assistenza — Sempre per quanto riguarda l’assistenza ai clienti, Europ Assistance a Milano sta selezionando 80
professionisti, indispensabile un ottimo inglese. Aperte anche 10 possibilità di stage, ma full time e per neolaureati ( www.europassistan
ce.it). 500 invece le opportunità offerte da Adecco (nell’anno ha già avviato 28.000 contratti part time) soprattutto per i suoi clienti della grande distribuzione, organizzazione eventi e ospitalità: inventaristi, cassieri, addetti alle vendite e rifornimento scaffali, camerieri, commis di sala, hostess/steward per fiere ed eventi, addetti mensa, operatori call center ( www.adec
co.it). Sempre nel temporaneo, Gi Group sta reclutando 150 profili, un po’ in tutta Italia. Commerciale, logistica, contabilità e assistenza ai clienti, cassa sono i ruoli più ricercati e 50 sono gli operatori di call centre ricercati solo a La Spezia. (gigroup.it).
Non profit — Opportunità remunerate vengono anche dal non profit per dialogatori, cioè persone che informano sulle campagne in corso. E’ il caso di Amnesty a Roma, Torino, Firenze, Napoli e Milano ( www.amnesty.it). Infine un’opportunità riservata agli studenti universitari. Si tratta del tutorato, con durata massima di 150 ore all’anno per 16 euro all’ora per assistere, orientare e informare matricole e studenti. Si accede tramite concorso sul sito del proprio ateneo.