Oltre 70mila gli iscritti alla Cadiprof

03/05/2006
    domenica 30 aprile 2006

    NORME E TRIBUTI – Pagina 18

    A un anno dall’assistenza sanitaria integrativa negli studi professionali

      Oltre 70mila gli iscritti alla Cadiprof

        N.T.

        MILANO. Sono oltre 70mila i dipendenti degli studi professionali, destinatari del contratto collettivo di settore, che beneficiano dell’assistenza sanitaria integrativa.

          La Cadiprof, Cassa di assistenza sanitaria supplementare per i dipendenti degli studiprofessionali, a distanza di poco pi� di un anno dall’inizio della sua attivit�, stila il suo primo bilancio. I dati emersi raccontano di un territorio ancora fortemente differenziato tra Nord, Centro e Sud con unanetta prevalenza di iscritti nel Nord-Est e nel Nord-Ovest e unaincidenza dei dati regionali sul totale della popolazione che decresce man mano che si sposta verso le regioni del Sud, nonostante in ogni provincia ci siano moltissimi lavoratori che gi� usufruiscono delle tutele contrattuali previste. Queste vanno dalla copertura per i grandi eventi sanitari, come ad esempio trapianti, grandi interventi chirurgici, ai rimborsi per i piccoli interventi ambulatoriali, dalle prestazioni di alta diagnostica radiologica e terapeutica, alle visite specialistiche, fino ad estendersi alle attivit� di prevenzione e ai rimborsi in caso di gravidanza, con un risarcimento, in questo ultino caso, di un bonus nascita fino a600 euro. Sempre dai dati raccolti risulta che la popolazione assistita si caratterizza per una et� media molto bassa, attorno ai 30 anni, e per una netta preponderanza di donne (circa l�80% del totale) in confronto agli uomini.

          �In questa fase iniziale – ha spiegato il presidente, Gaetano Stella – la Cadiprof, per garantire fin da subito alti livello di servizio ai propri assistiti, ha deciso di affidare la gestione del piano societario a primarie societ� assicuratrici, come Unipol e Fondiaria Sai, e di servirsi di una apposita centrale operativa e di una rete di strutture convenzionate tra le prime in Italia per diffusione e qualit� di servizi, dove gli assistiti, dopo la prenotazione fatta presso la struttura sanitaria della centrale operativa, hanno la facolt� di beneficiare gratuitamente delle prestazioni previste, oppure in altri casi a condizioni di assoluto favore�.