Ognissanti, negozi aperti e tante proteste

05/11/2012

BOLOGNA. In migliaia hanno aderito alla protesta per dire no all`apertura indiscriminata di negozi, supermercati e centri commerciali in occasione della festa di Ognissanti. In Emilia Romagna,Veneto e Toscana le adesioni numericamente più significative. Ma anche in altre regioni le lavoratrici e i lavoratori del commercio hanno fatto sentire la loro voce. Banchetti, volantinaggi e manifestazioni. Sono state tante le iniziative per contestare l`abuso delle aperture illimitate nel commercio. La Filcams Cgil ormai da qualche anno sta portando avanti una battaglia contro la totale liberalizzazione degli orari e delle aperture commerciali. Il decreto Salva Italia, che ha eliminato qualsiasi restrizione, e la continua ricerca di incremento dei guadagni, hanno dato il via ha una totale deregolamentazione del settore, che non aiuta ne a migliorare i consumi, crollati a causa della minor disponibilità economica dei cittadini, ne contribuisce ad aumentare l`occupazione, come qualcuno cerca di sostenere; ma aumenta i costi per le imprese e aggrava le condizioni di vita e lavoro dei dipendenti del commercio. Come evidenziato dai dati Istat diffusi mercoledì, in cui è compreso anche il settore del commercio, continua ad aumentare il numero dei disoccupati, ma soprattutto diminuiscono gli occupati. «La deregolamentazione non è la soluzione alla crisi dei consumi e il continuo calo lo sta dimostrando», sostiene in un comunicato la Filcams Cgil. «Tra l`altro, al contrario di chi ipotizzava nuove assunzioni e incassi record, non è stato rilevato nessun aumento dell`occupazione e dei consumi; mentre le aziende anche per far fronte ai costi di gestione dovuti dalle aperture, hanno disdetto i contratti integrativi aziendali, nel tentativo, in alcuni casi, di ridurre le spese e le maggiorazioni al lavoro domenicale». Le proteste di lavoratrici e lavoratori del commercio non si fermeranno: «E indispensabile l`intervento delle istituzioni e di tutte le parti sociali coinvolte per definire una programmazione e pianificazione delle aperture domenicali e festive».