Obiettivo Lavoro, Intempo, esito incontro 24/02/2012

Roma, 24 febbraio 2012

Testo Unitario

Il 24 febbraio 2012 si è tenuto l’incontro di verifica previsto dall’accordo del 17 gennaio scorso raggiunto con la Direzione di OL sugli strumenti di gestione delle eccedenze occupazionali dichiarate a seguito della grave crisi economica dell’impresa.
In apertura il Presidente Alessandro Ramazza ha illustrato gli andamenti economici e previsionali per l’anno in corso. Pur rimanendo elementi di preoccupazione che andranno costantemente monitorati, le adesioni al piano di adesione volontaria agli incentivi sono state giudicate sufficienti a contenere il costo del lavoro.
Pertanto si è convenuto di non attivare il contratto di solidarietà difensiva. I termini dell’accordo sulla procedura di mobilità aperta dalll’azienda prevede la messa in mobilità di un numero massimo di 73 dipendenti (su 150 esuberi dichiarati) con l’esclusivo criterio della non opposizione al licenziamento. Per questi lavoratori verrà fatta istanza al Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali per accedere al trattamento integrativo dell’indennità di disoccupazione previsto dal Dl 98/2011.
Diversa la situazione di Intempo SpA che ha registrato, dopo un 2011 positivo, una brusca caduta del fatturato dovuta prioritariamente alla contrazione della attività portuale.
La direzione ha chiesto l’attivazione del contratto di solidarietà difensiva a partire dal 1 aprile 2012 come cautela necessaria qualora la fase di crisi congiunturale si protraesse.
Seppur criticando fermamente la modalità con cui si è giunti a questa decisione, poco rispettosa delle corrette dinamiche di relazione sindacali, su mandato della maggioranza delle lavoratrici e dei lavoratori, abbiamo sottoscritto un accordo di solidarietà della durata di 7 mesi (scadenza 31 ottobre 2012), concordando comunque l’impegno aziendale ad effettuare una percentuale di riduzione massima individuale del 30% e a confrontarsi preventivamente con la RSA, qualora si verificassero condizioni tali da dover procedere ad un innalzamento della stessa.
A livello nazionale il prossimo incontro si terrà entro il 31 maggio 2012 e sarà utile per analizzare nel dettaglio le situazioni economiche delle imprese del Gruppo. La Presidenza si è assunta l’impegno di incontrare a breve la RSA per illustrare struttura e applicazione del piano industriale, nonché i conti economici delle filiali e i criteri che l’azienda utilizza per determinarli.

p. la Segreteria Cgil Nazionale
Cristian Sesena

In allegato:

    ·Verbale di Accordo Mobilità OL SpA
    ·Verbale di Accordo Solidarietà Intempo SpA
    ·Verbale di Accordo a latere Intempo SpA