Obiettivo Lavoro, esito incontro 28/05/2012

Roma, 30 maggio 2012

Testo Unitario

il 28 maggio scorso si è tenuto l’incontro con la Direzione di Obiettivo Lavoro. L’azienda ha presentato risultati di fatturato, margine lordo e andamento del portafoglio che riflettono in pieno la situazione di sofferenza di tutto il settore.
Questo purtroppo significa che la recente procedura di mobilità fatta non risulta sufficiente a mettere in sicurezza l’andamento aziendale.
Come OO.SS. abbiamo stigmatizzato le azioni unilaterali messe in atto dall’azienda, quali l’assorbimento dai superminimi individuali della tranche di aumento contrattuale dell’aprile 2012, in quanto riteniamo che le azioni di "contenimento dei costi", così come sono state definite dall’azienda, debbano essere argomento di informazione e confronto preventivo al fine di avere un quadro completo delle operazioni da mettere in atto per superare la difficile fase congiunturale.
Abbiamo inoltre ribadito che già nella scorsa procedura abbiamo congiuntamente individuato nel Contratto di Solidarietà lo strumento da utilizzare nel caso in cui le azioni messe allora in atto non fossero state sufficienti. L’azienda ha riconosciuto la necessità dell’informazione preventiva e l’utilizzo del Contratto di Solidarietà quale unico strumento da utilizzarsi per risolvere l’attuale stato di esuberi comunicato.
Pertanto sono stati definiti i parametri che dovrà avere il Contratto di Solidarietà, e cioé gli stessi utilizzati per l’accordo del 2009 con una solidarietà massima del 50%.
Inoltre è stato previsto che la modulazione della percentuale di solidarietà che verrà applicata potrà essere oggetto di specifici incontri territoriali quando non si rilevi coincidenza di valutazione tra l’andamento delle filiali e la solidarietà applicata.
L’azienda ha comunicato che entro la fine di maggio aprirà la procedura di mobilità (atto necessario per poter attivare il CDS di tipo B) e che la solidarietà verrà applicata dal 1 luglio prossimo per 15 mesi, ovvero per tutta la parte rimanente del triennio utilizzabile nel quinquennio.

p. la Segreteria Cgil Nazionale
Cristian Sesena