Obiettivo Lavoro, OL Group, esito incontro 07/12/2012

Roma, 14 dicembre 2012

Testo Unitario

Il 7 dicembre 2012 si è svolto l’incontro con Obiettivo Lavoro relativo alla procedura ex art.47 L.428/90 per il nuovo assetto societario che prevede la divisione di O.L. SpA in due nuove società: OLFIN e O.L. Group. In quest’ultima verranno accentrati tutti i servizi delle varie società.

Questa riorganizzazione, ha spiegato l’Azienda, è finalizzata a separare in modo preciso i servizi che O.L. erogava per conto di tutte le società del gruppo facendone distinzione fra la funzione di agenzia e la funzione di capogruppo a cui faranno riferimento le varie società e la stessa O.L.

A sua volta O.L. comprende INTEMPO e PAL, mentre O.L.F. vi confluirà con decorrenza nel nuovo anno.

I 103 lavoratori addetti ai servizi che passeranno a O.L. Group manterranno tutti i diritti acquisiti, compresa l’attuale sede di lavoro, e l’operazione non comporterà nessun esubero occupazionale.

In allegato il verbale dell’ esperita procedura.

Nel corso dell’incontro l’Azienda ha illustrato la situazione generale, denunciando un calo dell’11% delle attività nel campo della somministrazione e del 25% nel settore della ricerca e selezione, mentre nell’area PAL si registra un andamento positivo con possibilità di ulteriore sviluppo. Una delle possibilità di sviluppo è legato al nuovo accordo di franchising che l’Azienda ha concluso con una multinazionale americana, la BPI, che opera nel settore dell’outplacement. Questa operazione dovrebbe permettere un ulteriore sviluppo del settore privato di PAL. Per quanto riguarda O.L.F., l’Azienda ha dichiarato che permane una situazione difficile per i tagli ai fondi della formazione dei somministrati, ma che tuttavia è stato possibile compensare con il lavoro sviluppato attraverso i fondi interprofessionali.

Il 2013 si presenta, quindi, come un anno ancora difficile e poiché l’Azienda ha preannunciato la volontà di ottimizzazioni attraverso un progetto complessivo di riorganizzazione, come OO.SS. abbiamo chiesto chiarezza su tale progetto al fine di garantire il futuro occupazionale dei lavoratori, e per questo è già stato fissato un prossimo incontro per l’ 8 gennaio 2013.

In tale incontro sarà affrontata anche la situazione di INTEMPO per trovare soluzioni idonee volte a tutelare i lavoratori per affrontare un 2013 che non sembra presentare segni di ripresa.

Vi comunicheremo in seguito i dettagli logistici del suddetto incontro.

p. Filcams Cgil Nazionale
Sandro Pagaria