Obiettivo Lavoro, comunicato sindacale 25/03/2009

Comunicato Sindacale Unitario

Contratto di Solidarietà Obiettivo Lavoro

Il 25 marzo 2009 è stato raggiunto un importante accordo con Obiettivo Lavoro a salvaguardia dell’occupazione.
Obiettivo Lavoro aveva aperto una procedura di mobilità per complessivi 240 lavoratori nelle tre società del gruppo (Obiettivo Lavoro SpA, Obiettivo Lavoro Formazione, InTempo).
L’accordo prevede il ritiro della procedura della mobilità e l’applicazione del contratto di solidarietà che interesserà tutti i circa 900 lavoratori.
Il Contratto di Solidarietà prevede una riduzione massima del 30% dell’orario contrattuale applicato, ma la reale perdita economica complessiva sarà inferiore al 15% della retribuzione attuale, mentre viene garantita la completa salvaguardia dell’occupazione.
Il Contratto di solidarietà durerà un anno, al termine del quale la previsione è di ripristinare l’orario normale.
I contratti a termine attualmente impiegati vedono riconosciuto il diritto di precedenza ad essere riassunti al termine del contratto di solidarietà, in previsione di una ripresa del mercato che ora ne impedisce la proroga.
Il personale occupato nelle filiali in chiusura verrà ricollocato nelle filiali limitrofe e l’azienda è impegnata a trovare soluzioni per i conseguenti costi sostenuti dagli stessi.
L’accordo prevede inoltre, in coerenza con l’applicazione del contratto di solidarietà, l’utilizzo programmato delle ferie e dei permessi residui maturati fino al 2008 entro il 31 maggio 2009.
Sono previste verifiche a livello nazionale e territoriale per monitorare l’andamento della situazione e l’applicazione dell’accordo, a partire dal programmi mensili delle articolazioni dell’orario di lavoro previsto.
Riteniamo questo accordo molto importante perché permette di affrontare la crisi del settore con la massima tutela dei lavoratori.

Roma, 25 marzo 2009

p.la FILCAMS/CGILp.la FISASCAT/CISLp.la UILTuCS/UIL
(L.Carlini)(D.Campeotto)(G.Fiorino)