Nuovi interessamenti per Giacomelli

17/11/2003



sabato 15 novembre 2003

Nuovi interessamenti per Giacomelli
Oltre 410 milioni di debiti nel gruppo

Nella relazione dei commissari giudiziali presentata alla sezione fallimentare del tribunale di Rimini, e resa pubblica ieri, è stata confermata la presentazione di offerte da parte di Artemisia, Cisalfa Sport, Bernardi e Zanchetta, alle quali si sono aggiunte la proposta preliminare per l’affitto d’azienda da parte di Tacconi Sport. Altre manifestazioni d’interesse sono arrivate da Gordon Brothers, Universo Sport, B.Group, Gianese & Associati e dalla inglese Sisu Capital.
Nella relazione i tre commissari (Elio Blasio, Guido Tronconi e Antonio Bertani) si dichiarano favorevoli all’ammissione delle società insolventi all’amministrazione straordinaria, segnalando la necessità di procedere con tempestività all’affitto d’azienda per tutti i punti vendita (due dei quali in Bergamasca).
Sul fronte finanziario, la situazione debitoria dell’intero gruppo al 9 ottobre (deposito della sentenza di insolvenza) è pari a 411,7 milioni (dei quali, 219,3 milioni verso fornitori e 153,8 milioni verso le banche). Per le società principali, Giacomelli Sport Group risulta indebitata per 173,8 milioni (57,3 dei quali infragruppo), Giacomelli Sport per 179,5 milioni (inclusi 3,9 «infragruppo») e Longoni Sport per 125,2 milioni (dei quali 15,7 milioni infragruppo).
L’esposizione bancaria di Giacomelli Sport è di 13 milioni di euro nei confronti di 22 istituti. I debiti maggiori riguardano Cr Venezia (3,1 milioni), Unicredit (2 milioni), San Paolo (1,6 milioni) e Comindustria, ora nel gruppo Bpu (1,1 milioni).
Nel caso di Giacomelli Sport Group, invece, i debiti verso le banche sono 5,8 milioni, ripartiti tra sei istituti (Antonveneta con 2,6 milioni il principale), mentre l’esposizione bancaria di Longoni Sport è di 10,8 milioni, per lo più a carico di Popolare Milano (5,1 milioni) e Comindustria (4,4 milioni).