“NoPasaran” La trivelle nei vigneti minacciano il Gattinara

19/04/2006
    mercoled� 19 aprile 2006

    Pagina 11 – Economia

    RICERCHE – PRODOTTO DI BASSA QUALIT�, MA IL BOOM DEL GREGGIO LO RENDE APPETIBILE

      La trivelle nei vigneti
      minacciano il Gattinara

        Il paese si schiera a difesa del suo celebre vino

          GATTINARA (Vercelli)
          Il �Gattinara� sar� sacrificato al petrolio? Sembra impossibile, ma sta per succedere sulle colline vercellesi rese celebri per il corposo vino rosso nato dalla stirpe dei nebbioli e ora minacciato dall’oro nero che vale 72 dollari al barile.

            La societ� britannica Northern Petroleum ha infatti ottenuto, tra le otto nuove concessioni di ricerca petrolifera in Italia, la possibilit� di trivellare le colline gattinaresi. Cercher� le stesse rocce di sorgente del campo petrolifero aperto quasi vent’anni fa in provincia di Novara, nell’Ovest Ticino, dove ormai l’attivit� sta diminuendo. Ma la citt� del Vercellese si schiera contro una possibile invasione di trivelle.

              Ad eseguire i sondaggi preliminari e l’intera ricerca per Northern Petroleum, sar� la londinese Ati Oil, che considera l’area compresa tra il Novarese, la Valsesia e la Svizzera �un’area di particolare interesse tanto per le industrie che per gli investitori del Nord Italia ed elvetici�.

                Anche se, nell’Ovest Ticino, questa volta l’Eni, ha dovuto cercare l’oro nero sotto la falda, sino ad otto chilometri di profondit�, e l’olio era spesso mischiato ad acqua: una lavorazione costosa, per idrocarburi di qualit� non pregiata, ma che in un momento in cui il costo del petrolio sale alle stelle (oltre 70 dollari al barile) pu� rappresentare una risorsa a cui guardare con attenzione.

                  Superata la prima sorpresa (la notizia diffusa dall’Assomineraria ha colto in contropiede tanto il sindaco della cittadina, Mario Mantovani, sia il presidente della Provincia di Vercelli, Renzo Masoero), Gattinara non perde tempo e al di l� di qualche battuta canzonatoria che gira in paese sul nuovo ruolo di �Dallas dei vigneti�, l’amministrazione prende posizione.

                    �Sono molto preoccupato – dice Mantovani, al termine di una giornata convulsa, in cui si � messo in contatto con viticoltori e agricoltori della zona -. Il nostro borgo si caratterizza per la ricchezza ambientale e per il vino, che da secoli rende celebre il nome di Gattinara. La presenza di pozzi petroliferi rischierebbe di trasformare totalmente la citt�.

                      Alla trasformazione delle sue colline si era opposto qualche anno fa anche il Comune Castell’Alfero, nell’Astigiano, che si era rivolto al Tar ottenendo la revoca all’autorizzazione all’Eni di un pozzo esplorativo per la ricerca sul territorio di idrocarburi liquidi e gassosi.

                        Gattinara aspetta ancora di conoscere con esattezza i dettagli dell’operazione, anche se pare che le ricerche possano iniziare a Sud Ovest della cittadina. Il sindaco Mantovani per� associa la presenza delle trivelle anche ad un possibile inquinamento dei corsi d’acqua: �Dalle nostre colline scendono mille canali, piccoli e grandi: basta un attimo per inquinare tutto il sistema idrico�. E Legambiente, con il responsabile vercellese Gian Piero Godio, gli d� manforte: �Gattinara � famosa per il suo vino, un prodotto che sicuramente non va d’accordo con il petrolio�.

                          Anche il rischio di incidenti tiene le popolazioni con il fiato sospeso: Trecate ricorda ancora quando, nel febbraio del ‘94, il blow out di un pozzo sollev� un getto di petrolio alto duecento metri, che inond� le campagne per giorni. E per bonificare qualla zona dell’Ovest Ticino occorsero anni.

                            Nel Novarese oggi l’Eni si sta dedicando soprattutto alla manutenzione dell’esistente, con un parco petrolifero che all’ultimo censimento segnalava due pozzi attivi a Trecate, sei a Romentino e due a Galliate (con un totale di 9 pozzi fermi o chiusi) e con una produzione stimata nel 2004 in seimila barili al giorno, esattamente la met� dell’anno precedente.

                              La stessa Northern Petroleum, che ha ottenuto la concessione per Gattinara, sta lavorando anche nel Novarese: il progetto Nibbia, per la ricerca di gas nel sottosuolo di venti comuni, da Bellinzago a Casalbeltrame, attreverso particolari vibrazioni, dovr� essere conclusa entro il 2010.