NON SI FERMA LO SCIOPERO DEI LAVORATORI E DELLE LAVORATRICI DEI MUSEI STATALI FIORENTINI

06/12/2010

7 dicembre 2010

Non si ferma lo sciopero dei lavoratori e delle lavoratrici dei Musei Statali Fiorentini

Domenica scorsa i Musei di Firenze sono rimasti chiusi.
I turisti sono stati intrattenuti dalla “vivacissima protesta” dei 350 dipendenti dei Musei, che dalle 9.00 alle 11.00 hanno manifestato fuori dalla Galleria degli Uffizi: hanno cantato e fatto musica per attirare l’attenzione di tutti, fiorentini, turisti e istituzioni.
Tanti cartelli hanno spiegato, anche ironicamente, le ragioni di una protesta che non può fermarsi: la difesa del posto di lavoro.
Martedì 7 dicembre si terrà un altro incontro al Ministero, ma attualmente, non si ha nessuna garanzia sul cambio appalto dei Musei Statali, rispetto alle clausole di salvaguardia dei posti di lavoro, cioè il mantenimento di tutti i posti di lavoro.
“Abbiamo chiesto impegni scritti in previsione dell’incontro del 7 dicembre” dichiara la Filcams Cgil di Firenze che non hanno però ricevuto risposte, e per questo martedì 7 dicembre, riconferma lo sciopero dei Musei Statali Fiorentini con presidio dalle 9.00 alle 11.00 davanti agli Uffizi.

“Vogliamo che quei posti di lavoro vengano riassegnati a chi da anni ci lavora” afferma la Filcams Cgil di Firenze “che siano contratti stabili, che siano mantenute le condizioni retributive, che questi lavoratori e lavoratrici in gran parte giovani siano, insieme al patrimonio artistico di Firenze, il valore riconosciuto al loro lavoro e alla loro passione.”