No al contratto nazionale e i lavoratori Ikea scioperano

11/03/2011

CORSICO – SCENDONO IN PIAZZA i lavoratori dell`Ikea contro l`accordo nazionale ritenuto penalizzante per lavoratrici e lavoratori. La protesta è stata indetta dal Comitato lavoratori in lotta Ikea Corsico, Bologna, Torino, San Giuliano, Napoli, Gruppo Rinascente, Carrefour, Upim, Leroy Marlin, Esselunga, Ricoh, Emmelunga, Mondadori, Upim, Coin, Bomi, Strema, Silversar, Esselunga, Cgt. «Abbiamo indetto l`assemblea e i presenti erano circa 70 per illustrare i contenuti dell`accordo nazionale del commercio che riguarda circa tre milioni di lavoratori in Italia (in Lombardia sono più dei metalmaccanici) firmato solo da Cisl e Uil – spiegano Massimo Cuomo, Rosaria Martone e Pietro Andreacchio delle Rsu Filcams Cgil – abbiamo indetto uno sciopero e siamo usciti tutti sul piazzale per volantinare ed informare ai clienti, ricevendo anche la loro solidarietà». Votato all`unanimità un ordine del giorno in cui si chiede a Cisl e Uil di indire un referendum dove ognuno può esprimere il proprio parere.