Niente bagno c’è lo sciopero

28/07/2009

E gli stabilimenti balneari potrebbero restare chiusi nei due giorni clou della stagione
Salta l’accordo, i salvata’ non lavoreranno 1’8 e i/16 agosto


RIMINI – Ormai siamo abituati ad ogni genere di sciopero, ma prepariamoci a quello del bagni.
Infatti, nell’incontro che si è svolto ieri in Prefettura, non è stata raggiunta l’intesa tra le associazioni dei bagnini e i rappresentanti dei salvataggi, che hanno confermato i loro scioperi per sabato 8 e domenica 16 agosto .
In pratica i due giorni più importanti della stagione. I salvataggi chiedono, tra le altre cose, anche un aumento dello stipendio che i bagnini non vogliono riconoscere perché i "baywatch" avrebbero stipendi già più alti rispetto ad altre zone balneari d’Italia. Tesi contrastata dai sindacati. I tentativi di mediazione probabilmente proseguiranno anche perché, secondo i rappresentanti dei salvataggi, se non è assicurato il servizio per i turisti, i bagni non potrebbero aprire, perché non basterebbe, in base alle norme, esporre la bandiera rossa . S u
questo punto i sindacati hanno chiesto alla Prefettura di vigilare.