NH Italia – Esito trattativa rinnovo CIA 11 e 12/01/2012

Roma, 16 gennaio 2012

TESTO UNITARIO

l’11 e 12 gennaio u.s. è proseguito il negoziato per il rinnovo del Contratto Integrativo Aziendale. La trattativa è stata compromessa da una grave iniziativa assunta dall’Azienda relativamente alla decisione di dare avvio alla procedura di licenziamenti collettivi riguardanti 27 lavoratori occupati nei servizi alle camere dell’Hotel NH Vittorio Veneto, con modalità e procedure discutibili.
Tale iniziativa ha costretto le OOSS a dover preliminarmente affrontare tutti i punti che andranno a far parte dell’accordo integrativo, relativi al tema delle terziarizzazioni.
La discussione che si è sviluppata, ci ha posto nella condizione di ribadire le nostre rivendicazioni, finalizzate ad introdurre e definire delle migliorie negoziali rispetto a quanto già previsto dal contratto, quali:

    ·le procedure di confronto e negoziato;
    ·quali strumenti di flessibilità adottare per evitare tali processi;
    ·quali tutele garantire ai lavoratori occupati nelle attività che l’azienda decidesse unilateralmente comunque di terziarizzare e quindi l’applicazione integrale del CCNL a tutti i lavoratori occupati nelle attività terziarizzate, ivi compreso il Welfare contrattuale, ed il mantenimento delle condizioni di miglior favore (premio variabile).

Tutto ciò, anche al fine di porre le premesse utili a superare il forte contenzioso creatosi a seguito della decisione unilaterale dell’azienda di dare attuazione definitiva alla terziarizzazione del servizio ai piani dell’hotel NH Vittorio Veneto di Roma.
La difficile trattativa si è svolta con fasi alterne, ed ha prodotto il seguente risultato:

    1.Sul testo che l’azienda aveva presentato all’inizio della mattinata dell’11 gennaio (migliorativo del precedente), di cui alleghiamo copia per noi ancora insufficiente, a partire dalle terziarizzazioni, ed anche sugli altri articoli contrattuali, abbiamo fatto proposte migliorative che l’azienda in parte ha accolto e per altre si è riservata di valutare, impegnandosi a presentare un nuovo testo nel prossimo incontro.
    2.Sul tema del conflitto già da tempo presente nell’Hotel Vittorio Veneto di Roma, l’azienda al termine del confronto si è presentata al tavolo dichiarando che procederà ad aprire con le strutture territoriali di Roma un apposito tavolo 3.negoziale, nel quale darà tutte le garanzie necessarie per risolvere il contenzioso come sollecitato dalle OOSS nazionali, ivi compreso la continuità della piena applicazione integrale del CCNL dell’Industria Turistica e degli aggiuntivi integrativi aziendali.

Sulla base di queste aperture, le parti hanno condiviso di rincontrarsi il 1 febbraio 2012 per il proseguo del negoziato al fine della definizione dell’integrativo aziendale, avendo così nel frattempo la possibilità di verificare la risoluzione positiva delle problematiche relative al conflitto in atto. La trattativa avrà inizio alle ore 10,00 in delegazione ristretta, ed alle ore 12,00 proseguirà in plenaria. Nei prossimi giorni provvederemo ad indicarvi il luogo dell’incontro.

p. la Filcams Cgil Nazionale
Lucia Anile

  • bozza rinnovo CIA

VERBALE DI ACCORDO

Il giorno……………, presso………………..

tra

NH Italia , rappresentata da … Marco BONI, Fabio COMBA e Mariangela PECORA, assistito da Unindustria – Confindustria Romanelle persone del dott. Ubaldo MARVARDI e del dott. David Delli Iaconi
e

la FILCAMS CGIL Nazionale rappresentata dalla Sig.ra Lucia Anile
la FISASCAT CISL Nazionale rappresentata dal Sig. Giovanni Pirulli
la UILTUCS UIL Nazionale rappresentata dal Sig. Emilio Fargnoli
unitamente alle proprie strutture territoriali di Liguria, Piemonte, Lombardia, Veneto, Friuli Venezia Giulia, Emilia Romagna, Toscana, Marche, Lazio, Campania, Sicilia e alle RSA/RSU delle unità alberghiere della Compagnia

è stata definita la contrattazione di secondo livello così come previsto dal vigente CCNL AICA 16 ottobre 2003 e dall’ipotesi di accordo del CCNL INDUSTRIA TURISTICA siglato in data 9 luglio 2010

PREMESSA

    -Tra Grande Jolly S.p.a. (ex Jolly Hotels) e le OO.SS. è stato stipulato un Contratto Integrativo Aziendale scaduto il 31 dicembre 2008.
    -La Grande Jolly S.p.a. nel 2007 è stata acquisita dal Gruppo NH, che in Italia opera nel settore alberghiero con 52 strutture, appartenenti anche ad altre due società, NH Italy Management e NH Tortona.
    -Le OO.SS. hanno sottolineato l’importanza di un trattamento omogeneo di tutti i lavoratori dipendenti di dette Società, manifestando l’esigenza di armonizzazione degli istituti economici e normativi attraverso l’estensione agli stessi del presente C.I.A.
    -l’Azienda e le OO.SS. hanno quindi definito un percorso congiunto, attraverso il quale procedere alla definizione di un accordo che preveda l’applicazione graduale del presente CIA a tutto il personale delle strutture alberghiere NH.

Situazione economica

L’Azienda ha vissuto durante gli ultimi anni un periodo di sofferenza registrando delle perdite di bilancio certamente legate al difficile contesto di crisi finanziaria che sta affliggendo tutti i settori dell’economia globale.
Il Piano Strategico presentato prevede per il biennio 2012-2013 il perseguimento delle sottostanti linee guida:

    -maggiore efficienza, in particolare per il personale;
    -riduzione dell’indebitamento;
    -innovazione sistemi informativi aziendali/gestionali;
    -completamento del piano di adeguamento del prodotto.

Tenuto conto di quanto sopra, l’Azienda ha richiesto alle OO.SS. di affrontare alcune tematiche sul fronte del contenimento dei costi al fine di poter permettere di avere un equilibrio costi/ricavi adeguato alle medie degli altri competitors.

Le Parti, nel presupposto che un moderno sistema di relazioni industriali improntato alla correttezza, alla trasparenza ed al riconoscimento dei diversi ruoli e responsabilità (derivanti dagli interessi di cui ciascuna parte è portatrice) costituisce un valore imprescindibile, confermano l’attuale sistema di relazioni sindacali sia a livello sia nazionale che di unità alberghiera orientato al dialogo, allo scambio di informazioni ed alla ricerca di soluzioni condivise idonee a prevenire conflitti e migliorare le condizioni di lavoro.

Tutto ciò premesso, le Parti, dopo un ampio confronto, hanno stabilito quanto segue.

Le premesse costituiscono parte integrante dell’intesa.

A)RELAZIONI SINDACALI

Al fine di poter disporre di un quadro di riferimento certo e comune in materia di relazioni sindacali, si individuano le seguenti materie ed interlocutori:

Livelli Materie oggetto di informazione Materie oggetto di confronto e/o contrattazione Soggetti
Livello Nazionale -Azienda, Mercato, Settore
-Investimenti
-Andamento Premio Risultato
-Sicurezza (626/94 + 81/08 106/09)
-Programmi di ristrutturazione e dismissione
-Formazione
-Occupazione e REV PAR
-Accordo Int. Aziendale
-Struttura e parametri Premio Risultato
-Nuove professionalità e conseguenti inquadramenti
- Risoluzione controversie emerse a livello inferiore
Segr. Naz. OO.SS
RSA/RSU, strutture territoriali OO.SS
e
Direzione NH e
Ass.Datoriale
Livello Territoriale -Mercato del Lavoro
-Cessioni/cessazioni unità alberghiere e acquisizioni
- Terziarizzazioni
-Mobilità Territoriale e flessibilità tipologie contrattuali RSA/RSU e
OO.SS
E
Rappresentante NH e Direzioni Albergo coinvolte e Ass.Datoriale
Livello Locale RSA -Volumi produttivi
-Standard operativi
-Andamento Premio Risultato
-Terziarizzazione Attività
-Organizzazione del lavoro
-Orario di lavoro, ferie
-Ambiente di lavoro
- Misure atte a superare crisi delle unità alberghiere
RSA/RSU e OO.SS
e
Direzione Albergo
e Ass.Datoriale

B)FORMAZIONE

E’ sempre più necessario il confronto sulle tematiche riguardanti la formazione tramite appositi incontri annuali anche nell’intento di trasferire alle singole unità alberghiere sempre maggiori informazioni per un proficuo coinvolgimento.
In particolare detto coinvolgimento dovrà realizzarsi al fine di attivare e realizzare i progetti che verranno adottati attraverso il finanziamento degli appositi Fondi. A tal fine le Parti convengono di costituire un Comitato di pilotaggio, composto in forma paritetica dalle Parti stesse, con funzioni di indirizzo e di supervisione nell’attuazione dei progetti formativi di cui sopra.

C)PARI OPPORTUNITA’

Le Parti, tenuto conto di ciò che rappresenta il mondo femminile nel settore ed in Azienda, ribadiscono l’importanza di quanto stabilito dal vigente CCNL in tema di pari opportunità, con particolare riferimento all’attività della Commissione permanente per le pari opportunità istituita presso l’Ente Bilaterale Nazionale del Settore Turismo. Le Parti considerano inoltre rilevante la creazione di un apposito Comitato paritetico di monitoraggio di tali tematiche a partire dal secondo semestre del 2012.

D)SICUREZZA E SALUTE SUL LAVORO

L’Azienda, riconoscendo la massima importanza in materia di sicurezza sul luogo di lavoro, ha attivato politiche di gestione e monitoraggio dello stato di sicurezza sulle strutture alberghiere, anche attraverso specifici programmi attuativi di misure preordinate a tal fine, in confomità con la vigente normativa italiana ed europea. Le Parti considerano inoltre rilevante la creazione di un apposito Comitato paritetico di monitoraggio di tali tematiche a partire dal terzo trimestre 2012.

E)PROCESSI DI FLESSIBILIZZAZIONE DEL LAVORO

Al fine di assicurare una sempre maggiore efficacia del positivo sistema di Relazioni Sindacali, in tema di terziarizzazione di cui all’art. 60 del CCNL AICA del 9 luglio 2010, che qui si intende integralmente richiamato, le Parti ribadiscono l’assoluta rilevanza del fattore umano e del patrimonio di professionalità presente in Azienda e la conseguente salvaguardia privilegiando soluzioni alternative ad eventuali processi di esternalizzazione.
Le Parti concordano di definire una procedura certa di confronto stabilendo che, qualora un’unità alberghiera registri un andamento economico negativo e/o parametri generali di produttività non in linea con gli standard aziendali, l’Azienda convocherà le OO.SS. (o RSA/RSU) per aprire un tavolo di confronto e di verifica, della durata massima di 30 giorni, sull’eventuale applicabilità di un modello alternativo di organizzazione del lavoro che verrà implementato presso la struttura alberghiera, in via sperimentale, per 6 mesi dall’apertura della procedura di confronto, che preveda anche il ricorso ad istituti quali ad esempio quelli sotto citati ai capoversi E1), E2), E3).

Al 4° mese dall’avvio della sperimentazione, le Parti si incontreranno per procedere ad un esame congiunto teso a verificare gli andamenti economici e produttivi e i prossimi passi gestionali ed organizzativi.

Se, al termine della sperimentazione, il modello organizzativo implementato avrà portato a risultati di efficacia ed efficienza della struttura in linea con gli obiettivi prefissati, tali istituti saranno mantenuti nel tempo.

Se, al termine della sperimentazione, il modello organizzativo implementato non avrà portato a risultati di efficacia ed efficienza della struttura in linea con gli obiettivi prefissati, l’Azienda darà avvio alla procedura di esternalizzazione, senza opposizione da parte delle OO.SS., e si considererà esperita la procedura disciplinata dall’art. 60 del CCNL AICA del 9 luglio 2010, ferma restando l’informativa di cui al punto 2) del suddetto art. 60 del CCNL AICA . Gli istituti testati nei precedenti 6 mesi saranno terminati contestualmente con l’avvio della procedura di esternalizzazione.

Resta inteso, invece, che se al termine dei 30 giorni, il tavolo di confronto non avrà un esito positivo, l’Azienda darà corso a quanto previsto dall’art. 60 del CCNL AICA sopra richiamato.

In ogni caso, l’Azienda si impegna ad affidare il servizio a Società terze che applichino il CCNL in vigore per i lavoratori coinvolti nel processo di terziarizzazione.

Restano escluse dall’applicazione del presente punto le eventuali strutture di nuova apertura e le eventuali strutture già interessate da una procedura di esternalizzazione in corso d’opera alla firma del presente accordo.

Gli istituti contrattuali ed organizzativi riferiti al periodo sperimentale comprendono in via meramente esemplificativa, ma non esclusiva :

    -E1) CONTRATTI DI SOMMINISTRAZIONE A TEMPO DETERMINATO

Il contratto di somministrazione è ammesso in tutte le ipotesi di assunzione con contratto a termine secondo quanto gia’ previsto dall’arti. 54 del vigente CCNL AICA.
Le Parti concordano, in ragione del perseguimento degli obiettivi di competitività e flessibilità nonché per le ragioni sopra richiamate, di elevare la percentuale prevista dal CCNL in vigore.
I contratti di somministrazione pertanto troveranno applicazione nella misura massima del 30% della media dei dipendenti a tempo indeterminato in forza nell’anno precedente.
Si conferma inoltre che il trattamento economico e normativo del lavoratore in somministrazione deve risultare complessivamente non inferiore a quello dei dipendenti di pari livello e con uguali mansioni occupati in azienda.

    -E2) MOBILITA’ TERRITORIO NAZIONALE

In relazione alla tipologia di network che caratterizza il modello organizzativo dell’Azienda, presente con le sue strutture alberghiere su gran parte del territorio italiano, ed in ragione delle dinamiche produttive ed organizzative degli alberghi, anche in vista di percorsi di crescita e sviluppo professionale, le Parti concordano sulla opportunità di favorire ed implementare la mobilità del personale all’interno delle diverse unità produttive costituite dagli alberghi, anche di società diverse appartenenti al Gruppo NH, consentendo pertanto la possibilità di spostamento del personale sia con contratti a tempo determinato che con contratti a tempo indeterminato in Italia attraverso gli istituti del trasferimento, distacco e trasferta.

    -E3) ORARIO SPEZZATO LUNGO e RIPOSI GIORNALIERI

Anche al fine di consentire l’utilizzo di strumenti idonei ad affrontare e risolvere le problematiche rappresentate dalle singole realtà alberghiere in termini di organizzazione, ottimizzazione ed efficienza dei turni di lavoro, le Parti concordano sulla necessità di introdurre le seguenti misure:
- un’articolazione oraria caratterizzata dal cd. “orario spezzato lungo”, inteso come istituto necessario ad introdurre forme di flessibilità funzionali alle esigenze produttive degli alberghi;
- la riduzione del riposo giornaliero ex art. 7 L.66/2003, fermo restando un periodo non inferiore ad 8 ore consecutive ed il recupero delle ore non godute con il prolungamento dell’orario di riposo giornaliero (11 ore) nell’arco della settimana.

    F)DISMISSIONI DI ALBERGHI

    Nei casi in cui vi siano operazioni di dismissioni di unita’ alberghiere attuate attraverso cessazioni dell’attività, verranno effettuate tempestive comunicazioni a livello nazionale che precederanno quelle a livello territoriale previste dal sistema di relazioni sindacali di cui al precedente punto A).

      Si concorda quanto sopra con l’obiettivo di:

        Ø fornire alle OO.SS. Nazionali le informazioni necessarie, anche al fine di facilitare gli eventuali successivi esami congiunti previsti dalle norme di legge;
        Ø definire eventuali percorsi, a livello di gruppo, al fine di individuare, ove possibile, la collocazione dei lavoratori interessati.

        G)LOCALI PER IL PERSONALE

        Le Parti, nel considerare fondamentale il pieno rispetto e cura di tutti i beni aziendali, ritengono che sia necessario proseguire nel miglioramento dei locali degli alberghi da adibire alle necessità del personale (docce, toilettes, spogliatoi, sala/mensa). A tal fine l’Azienda si impegna ad individuare, all’interno dei programmi di ristrutturazione, le risorse necessarie.
        Nell’arco di vigenza del presente accordo, l’Azienda fornirà, a livello nazionale, un’informativa annuale in merito alle iniziative intraprese e da intraprendere in base alla rilevazione effettuata nelle singole unità.

        H) CASI PARTICOLARI DI RICORSO AL TEMPO PARZIALE

          Le Parti, nel rispetto delle vigenti norme di legge e di contratto, ritenendo l’istituto del lavoro a tempo parziale idoneo a contemperare le esigenze dei lavoratori con quelle dell’Azienda, concordano sulla possibilità di ricorrervi anche nei seguenti casi:

            -Fino al 54° mese di età del bambino

                L’Azienda si dichiara disponibile alla trasformazione del rapporto di lavoro da tempo pieno a tempo parziale – nell’ambito dello stesso livello di inquadramento e tenendo conto della professionalità acquisita – ad uno dei genitori che ne faccia richiesta, purché l’altro genitore non usufruisca di condizioni analoghe. A conclusione del periodo del part time, sarà ripristinato l’originario rapporto di lavoro a tempo pieno anche in termini di collocazione dell’orario di lavoro, salvo diverse intese tra le parti.


            -Assistenza a familiari per gravi e documentati motivi di salute

                L’Azienda si dichiara disponibile alla trasformazione del rapporto di lavoro da tempo pieno a tempo parziale – nell’ambito dello stesso livello di inquadramento e tenendo conto della professionalità acquisita – a quei lavoratori che ne facciano richiesta in caso di documentate esigenze di assistenza sanitaria ai soggetti individuati dell’art. 4, comma 1, della legge 53/2000, per un massimo di tre mesi ogni quinquennio.
                A conclusione del periodo del part time, sarà ripristinato l’originario rapporto di lavoro a tempo pieno anche in termini di collocazione dell’orario di lavoro, salvo diverse intese tra le parti.

            L’applicabilità delle previsioni di cui ai precedenti punti dovrà essere concordata a livello di ogni singola unità operativa, compatibilmente con le esigenze tecnico-organizzative e produttive.

              Le Parti concordano che i contratti part time di cui alle precedenti ipotesi, non concorrono a determinare la base di computo per il calcolo dei lavoratori assumibili ai sensi dell’art. 23, legge 56/87 e dell’art. 60 del vigente CCNL AICA.

                I) ORARIO SPEZZATO

                  Le Parti ribadiscono quanto previsto dall’art.172 del vigente CCNL in materia di ripartizione dell’orario di lavoro giornaliero di tutta la popolazione degli Alberghi NH con particolare riferimento alla distribuzione giornaliera in relazione alle emergenti necessità funzionali dell’organizzazione del lavoro, nel rispetto del nastro orario ivi disciplinato.

                L) CONTRATTI A TEMPO DETERMINATO

                In applicazione di quanto previsto dall’art. 5, comma 4 bis del D.Lgs. n. 368/2001, come modificato dalla Legge n. 133/2008, le Parti concordano che il periodo complessivo di 36 mesi, comprensivo di proroghe e rinnovi, di contratti a tempo determinato stipulati con lo stesso lavoratore e per mansioni equivalenti, potrà essere superato fino al limite di 48 mesi.
                Le Parti concordano inoltre che i contratti a tempo determinato troveranno applicazione nella misura massima del 30% della media annua dei lavoratori occupati a tempo indeterminato in forza nell’anno precedente.

                M) MALATTIA – INFORTUNIO – COMPORTO

                Fermo restando quanto previsto dal capo XI del vigente CCNL in materia, la malattia e l’infortunio che causano l’assenza del lavoratore devono essere comunicate all’impresa il più presto possibile e comunque entro otto ore dall’inizio del normale orario di lavoro del giorno in cui si verifica l’assenza stessa, salvo il caso di giustificato impedimento.

                L’eventuale prosecuzione dello stato di inidoneità al servizio deve essere comunicata alla Società il più presto possibile e comunque entro quattro ore dall’inizio del normale orario di lavoro del giorno in cui il lavoratore avrebbe dovuto riprendere servizio, salvo il caso di giustificato impedimento. La prosecuzione dello stato di inidoneità al servizio deve essere attestata da successivi certificati medici, che il lavoratore deve consegnare o far pervenire all’impresa il più presto possibile e comunque entro il secondo giorno dalla scadenza del periodo di assenza per malattia o infortunio indicata nel certificato medico precedente.
                Il lavoratore, sulla base del certificato da inviare, anticiperà per le vie brevi all’impresa la durata prevista della malattia o della sua prosecuzione.

                Il periodo di carenza sarà a carico dell’Azienda esclusivamente per i primi 4 episodi di malattia inferiore o uguale a tre giorni ciascuno per dipendente per anno solare.

                N) MOBILITA’ DI PIAZZA

                Al fine di rispondere alle mutate condizioni di mercato e per far fronte a reali necessità sia in presenza di domanda eccezionale che per saturare carenze di attività operativa fra strutture sullo stesso territorio, si conviene di introdurre l’istituto della mobilità di piazza, tenendo conto delle peculiarità logistiche delle Aree interessate.

                Tale istituto potrà essere attivato per lavoratori appartenenti a settori omogenei, per livelli di professionalità compatibili; tale mobilità non potrà essere richiesta allo stesso lavoratore per più di 6 volte l’anno privilegiando la volontarietà ed in subordine la rotazione in ordine alfabetico.

                I suddetti limiti potranno essere superati sulla base della volontarietà del singolo lavoratore e/o mediante accordi stipulati con le OOSS Territoriali.

                Qualora la distanza dal luogo di lavoro abituale in mobilità fosse superiore a 15 km ed uno spostamento di almeno 30’, si concorda l’erogazione di una indennità equivalente a 30’ di retribuzione lorda.

                O) FERIE E PERMESSI

                Le Parti convengono circa l’obiettivo comune di assicurare la completa fruizione di ferie e permessi retribuiti (ROL) entro l’anno di maturazione.

                A tal fine convengono di procedere a livello locale a verifiche congiunte atte a monitorare e contenere il fenomeno dei cd. “residui” degli anni precedenti.

                P) PREMIO VARIABILE DI RISULTATO

                Le Parti intendono confermare l’istituzione del Premio di Risultato per il personale dipendente Grande Jolly e di estendere in maniera graduale detto istituto al personale dipendente NH Italy Management e NH Tortona, quale strumento che contribuisca ad accrescere il coinvolgimento di tutto il personale appartenente al Gruppo NH al raggiungimento dei comuni obiettivi aziendali.
                A tal fine vengono individuati i seguenti parametri:

                  1)G.O.P, della BU Italia – peso 10%;
                  2)G.O.P. di singola unità alberghiera – peso 60%;
                  3)Qualità di singola unità alberghiera – peso 30%.

                Definizione di redditività ai fini del premio:

                Il G.O.P è l’utile lordo di gestione che tiene conto esclusivamente delle spese di gestione di ogni singolo esercizio.

                Ai fini del presente premio si tiene conto del G.O.P. realizzato rispetto al budget, sia della BU Italia che di singola unità alberghiera, approvato annualmente dal CDA.

                A titolo esemplificativo e non esaustivo, si chiarisce che dall’utile in riferimento, sono esclusi, ad esempio, gli affitti passivi e attivi, gli ammortamenti, le spese generali di Direzione Generale, gli oneri e proventi finanziari e straordinari.

                Qualità

                Il parametro della Qualità di singola unità alberghiera viene definito secondo gli obiettivi aziendali riferiti agli standard qualititativi e verificati con gli strumenti in uso all’Azienda, quali Mystery Guest, Customer Survey, Site Review e altri eventualmente in uso.

                Meccanismo:

                All’inizio di ogni anno l’Azienda comunicherà i dati di budget relativi ai parametri sopra indicati, il cui raggiungimento o meno sarà verificato alla fine dell’anno

                il Premio sarà riconosciuto al raggiungimento del 100% dei parametri prefissati, per un importo pari a € …, per singolo dipendente.

                Dipendenti interessati:

                Per il personale Grande Jolly: ha diritto al premio il personale che abbia prestato servizio per l’intero anno di riferimento del premio e che risulti ancora in servizio alla data del 30 aprile dell’anno successivo a quello di riferimento del premio.

                A parziale deroga di quanto sopra, ai lavoratori che cesseranno il rapporto per il conseguimento della pensione nel periodo intercorrente tra il 31 dicembre dell’anno di riferimento ed il 30 gennaio dell’anno successivo e che abbiano prestato servizio per l’intero anno di riferimento, il premio verrà riconosciuto, in sede di liquidazione delle competenze di fine rapporto, nella misura dell’80% del valore conseguito l’anno precedente.

                Il premio viene erogato esclusivamente al personale in forza a tempo indeterminato ed al personale in forza a tempo determinato che abbia, al 31 dicembre dell’anno di riferimento del premio, maturato una presenza di almeno 6 mesi effettivi.
                Il premio per i part-time è pro quota in relazione alla loro prestazione.

                Il premio è legato pro quota alle giornate effettivamente lavorate. Nel computo complessivo delle giornate effettivamente lavorate vengono considerate “giornate lavorate” anche i seguenti eventi: ricoveri ospedalieri e degenza post-ospedaliera, maternità obbligatoria, patologie oncologiche, ferie e permessi retribuiti, permessi sindacali.

                Sono esclusi dalla partecipazione al premio di risultato i dipendenti che abbiano totalizzato un numero complessivo di 20 giorni di assenza nell’arco dei 12 mesi di maturazione del premio.
                Sono esclusi dalla partecipazione al premio di risultato tutti i Direttori d’albergo e tutto il Personale appartenente ai Cluster (Economato e Amministrazione del Personale), Revenue, Booking e Sales,.

                Per il restante personale appartenente a NH: il Premio di Risultato verrà erogato in maniera graduale secondo le seguenti modalità.
                -Per l’anno 2013, con riferimento agli obiettivi come sopra specificati dell’anno 2012, verrà erogato per un importo pari ad 1/3 dell’importo complessivo;
                -Per l’anno 2014, con riferimento agli obiettivi come sopra specificati dell’anno 2013, verrà erogato per un importo pari ad 2/3 dell’importo complessivo;
                -Nel 2015, con riferimento agli obiettivi come sopra specificati dell’anno 2014, verrà erogato per l’intero importo.


                Pagamento del premio
                Il premio di risultato viene corrisposto successivamente alla approvazione del bilancio della Società da parte della Assemblea degli azionisti, e di norma liquidato con le competenze del mese di aprile dell’anno successivo a quello di riferimento.

                L’importo complessivo del Premio di Risultato si intende comprensivo dell’incidenza su tutti gli istituti legali e contrattuali diretti e/o indiretti, quali a titolo esemplificativo e non esaustivo: ferie, festività, 13° erogazione, indennità varie, maggiorazioni per straordinario o turno – festivo, notturno con o senza riposo compensativo – ecc..

                Come previsto dall’art. 2120 comma 2 del Codice Civile e successive modifiche, l’importo del Premio di Risultato è escluso dal computo utile per il Trattamento di fine Rapporto.

                Le Parti si danno inoltre atto che le erogazioni come sopra definite hanno caratteristiche tali da consentire l’applicazione del particolare trattamento contributivo e fiscale previsto dalle vigenti disposizioni di legge in materia.

                L’azienda provvederà, entro trenta giorni dalla data odierna, al deposito del presente Verbale di Accordo presso la DPL e presso gli enti previdenziali ed assistenziali competenti ai sensi della Legge 402/1996 ed ai sensi delle vigenti disposizioni di Legge in materia di decontribuzione.

                In via eccezionale, nonostante l’intervenuta scadenza del C.I.A, nell’anno in corso l’Azienda si è resa disponibile ad erogare la prima tranche del Premio di Risultato al personale Grande Jolly, in base alle condizioni disciplinate nel C.I.A. del 12 luglio 2006 e si rende disponibile ad erogare la seconda tranche sempre al personale Grande Jolly, in base ai nuovi parametri stabiliti nel presente accordo.

                Q) DURATA

                Il presente contratto ha validità per il triennio 2012-2014.

                Le richieste per il rinnovo del presente accordo saranno presentate in tempo utile per consentire l’apertura delle trattative tre mesi prima della suddetta scadenza.

                La presente intesa seguiterà a produrre i suoi effetti sino all’accordo di rinnovo, salvo quanto previsto dalle vigenti disposizioni di legge in materia contrattuale.

                R) DISPOSIZIONI FINALI

                Le parti convengono che, con la stipula del presente accordo, è stata assolta la contrattazione di secondo livello nei termini e nei modi previsti dalle norme relative agli assetti contrattuali, da ultimo l’Accordo Interconfederale del 28 giugno 2011e dal vigente CCNL AICA. Si conferma inoltre la sostituzione di ogni altro Premio variabile di risultato in corso per la popolazione interessata con quello contenuto in questo documento, nonché l’abolizione delle quota aggiuntive di gruppo per il personale neo assunto e per il personale Grande Jolly che non ha maturato il requisito alla data del 31 dicembre 2011.

                S) CAE

                L’Azienda si rende disponibile ad avviare un tavolo di confronto per istituire il CAE in accordo con Corporate NH S.A. e le relative Parti Sociali Internazionali a partire dal secondo semestre 2012.

                Letto, confermato e sottoscritto.

                Unindustria – Confindustria Roma

                La Società

                OO.SS.SA/RSU