NH Italia – esito incontro 28/06/2013

Roma, 1 luglio 2013

Oggetto: NH ITALIA – esito incontro del 28 giugno e invio accordi L.223/91


Testo unitario

si è svolto in data 28 giugno 2013 , presso il Ministero del Lavoro l’incontro conclusivo per l’esame della situazione occupazionale di NH Italia relativo alla procedura di licenziamento collettivo aperta dall’azienda in data 16 aprile con dichiarazione di 193 esuberi.
Tale procedura seguiva altre due procedure aperte a partire dal 2012 .
Pur mantenendo la propria, più volte dichiarata, contrarietà alla riorganizzazione aziendale che prevede una massiccia esternalizzazione di alcuni servizi quali, pulizie, facchinaggio ecc,( peraltro ad imprese che non applicano il CCNL del Turismo), le Segreterie Nazionali Filcams-Fisascat-Uiltucs unitamente alle strutture territoriali e ai delegati RSU/RSA hanno operato, attraverso il confronto territoriale (art.60 ccnl) e con accordi Ministeriali per il ricorso alla Cassa integrazione in Deroga e esodi incentivati, a favore della ricollocazione di molti dei lavoratori, l’attenuazione dell’impatto occupazionale arrivando alla diminuzione degli esuberi dagli iniziali 392 agli attuali 162.
Ciò nonostante residua comunque un’importante quantità di lavoratori che ancora NH dichiara in esubero .
Le parti in sede Ministeriale hanno raggiunto il seguente accordo:
La società presenterà istanza ai fini della concessione del trattamento di Cassa integrazione in deroga a decorrere dal 1 luglio 2013 e sino al 31 ottobre 2013 secondo le quantità e le modalità descritte accuratamente nel verbale d’accordo che vi inviamo in allegato.
Inoltre, si continuerà la ricerca per una ricollocazione interna sulle strutture già esistenti ed esterna laddove c’è stata l’esternalizzazione dei servizi.
Le Parti hanno concordato che la Società potrà ricollocare in mobilità un numero massimo di 162 lavoratori che nel corso di vigenza della CIG manifesteranno la non opposizione al licenziamento. In tale caso la Società erogherà incentivi all’esodo nelle quantità e nelle modalità previste nell’accordo "a latere” che vi alleghiamo.
Si raccomanda a tutte le strutture sindacali territoriali coinvolte di organizzare urgentemente assemblee dei lavoratori al fine di informarli con precisione sulle possibilità offerte dal recente accordo. Ciò anche alla luce di un nuovo meccanismo flash che dedica un numero più consistente di mensilità ai volontari che esprimono la propria volontà di lasciare spontaneamente Nh entro il 14 luglio 2013

p. la Segreteria Filcams Nazionale
Cristian Sesena

– Verbale accordo Cigs in deroga
– Verbale intesa a latere
************************************************************************************************************************************************************************

Segreterie Nazionali
Comunicato Sindacale
All’attenzione delle lavoratrici e dei lavoratori NH Italia

Il 28 giugno presso il Ministero del Lavoro è stata raggiunta un’intesa che proroga fino al 31 ottobre il trattamento di cassa integrazione guadagni in deroga e lo estende anche ai lavoratori interessati dall’ ultima procedura di licenziamento collettivo .
Oltre a ciò si è definito un nuovo sistema di incentivi economici rivolto a tutti i 163 addetti in esubero seppur con importi differenti a seconda che le eccedenze appartengano alle precedenti procedure o all’ultima.
Come OO.SS. infatti, abbiamo ritenuto di dover mantenere un criterio di equità rispetto agli altri piani sociali sottoscritti con l’azienda, nel rispetto di quanti, da ottobre ad oggi, hanno lasciato NH con le condizioni a suo tempo pattuite.
Si è deciso pertanto di suddividere la platea degli esuberi in appartenenti all’ ultima procedura (96 unità ) e appartenenti alle due precedenti procedure(66 unità ) .

Per i lavoratori in esubero per effetto dell’ ultima procedura il piano sociale prevede:

16 mensilità a chi manifesterà la volontà di uscita entro il 14 luglio 2013 .
14 mensilità a chi manifesterà la volontà di uscita entro il 31 agosto 2013.
10 mensilità a chi manifesterà la volontà di uscita entro il 30 settembre 2013.
8 mensilità a chi manifesterà la volontà di uscita entro il 31 ottobre 2013 .

Per i lavoratori in esubero per effetto delle precedenti procedure il piano sociale prevede:

12 mensilità a chi manifesterà la volontà di uscita entro il 14 luglio 2013.
10 mensilità a chi manifesterà la volontà di uscita entro il 31 agosto 2013.
8 mensilità a chi manifesterà la volontà di uscita entro il 31 ottobre 2013.

Le mensilità sono da intendersi globali di fatto e suddetti importi non includono il preavviso che sarà indennizzato secondo quanto previsto dalla legge.

La manifestazione di adesione al piano non dovrà coincidere obbligatoriamente con l’uscita dal perimetro aziendale, che dovrà comunque avvenire entro il 31 ottobre 2013.

Tutti i lavoratori interessati dalla cassa integrazione, dietro presentazione di richiesta scritta, potranno richiedere un’anticipazione mensile della stessa sotto forma di anticipo del proprio TFR.
Nelle prossime due settimane infine termineranno i percorsi di confronto sulle terziarizzazioni e verranno effettuati i colloqui per i passaggi degli addetti interessati alle imprese fornitrici.
A ormai un anno dall’ inizio di questa pesantissima ristrutturazione, che ha conosciuto molte fasi di tensione, registriamo come positivi la concessione da parte del Ministero di ulteriori 4 mesi di cassa integrazione nonché la definizione di un nuovo sistema di incentivazione che offre una concreta alternativa ai lavoratori e alle lavoratrici ancora in esubero.
Le OO.SS. sia a livello nazionale che territoriale continueranno comunque nei prossimi mesi, a confrontarsi con NH per trovare ulteriori soluzioni organizzative volte ad abbattere ulteriormente il numero complessivo delle figure professionali all’oggi ancora eccedenti.

Filcams CGIL Fisascat Cisl Uiltucs

Roma, 1 luglio 2013