NH Italia, esito incontro 09/12/2015

Roma, 16 dicembre 2015

Testo Unitario

in data 9 dicembre 2015 si è svolto A Roma l’incontro sindacale nazionale con NH Hotels con all’ordine del giorno i diritti di informazione.

La Direzione Aziendale ha presentato attraverso alcune slide che vi inviamo in allegato la situazione sia economica che dell’occupazione nel corso del 2015.

Da gennaio per effetto delle nuove aperture Torino, Taormina e Milano, ma soprattutto per effetto dell’Expo il fatturato complessivo è passato da 228 milioni di € nel 2014 al 264 milioni di € nel 2015, con un aumento facilmente misurabile intorno al 16 %. Quindi dopo alcuni anni di ristrutturazioni e risultati negativi la compagnia NH in Italia ipotizza un 9% in più sul budget programmato per l’anno corrente.

I nuovi assunti, che riguardano soprattutto le nuove aperture, sono stati 52. Gli esiti della procedura di licenziamento collettivo del 2014-2015 hanno visto su un totale di 76 esuberi dichiarati, 54 persone incentivate all’esodo, 11 ricollocate all’interno della catena, e 7 passati a fornitori di servizi in appalto.

Attualmente Nh Hotel Group ha un totale di 1141 dipendenti di cui 460 donne (40%). I full time sono 974 e i part-time sono 167. I lavoratori a tempo determinato sono stati mediamente il 19%, nell’anno 2015.

L’azienda ha presentato anche una relazione sulla formazione continua effettuata nell’anno corrente dichiarando la propria volontà a continuare sulla strada intrapresa.

Le Organizzazioni sindacali Filcams-Fisascat e Uiltucs Nazionali hanno sottolineato la propria soddisfazione nel registrare una situazione sostanzialmente positiva che dovrebbe segnare un’inversione di tendenza per la catena NH Hotel nel nostro paese.

Ciò costituisce la giusta precondizione per ricostruire un tessuto di corrette relazioni sindacali non solo vissute come strumento per limitare il più possibile gli interventi unilaterali che si sono abbattuti sulla popolazione lavorativa della Catena in Italia, ma come mezzo propedeutico allo sviluppo dell’impresa e al conseguente sviluppo dell’occupazione finanche al miglioramento delle condizioni delle lavoratrici e dei lavoratori.

A tal fine le Segreterie Nazionali Filcams- Fisascat e Uiltucs hanno informato NH Hotel di voler riprendere al più presto il confronto sulla contrattazione integrativa Aziendale, convinti del fatto che l’assenza del rinnovo del CCNL da una parte e la cancellazione unilaterale del CIA dall’altra, garantiscono tutele salariali e normative per i lavoratori NH non più adeguate.

Anche per porre rimedio provvisorio e parziale a tale grave mancanza, abbiamo chiesto formalmente di riconoscere un premio una tantum ai lavoratori NH per valorizzare il loro impegno e i risultati positivi legati per buona parte all’ottima riuscita di EXPO con la vendita di 402 mila camere nell’area milanese e dintorni.

L’azienda si è riservata di riflettere sulla nostra richiesta e si è impegnata a fornirci celermente la propria risposta ; sarà nostra cura tenervi informati sugli eventuali sviluppi.

La Segreteria Filcams Cgil Nazionale

Cristian Sesena