“NEGOZI SENZA REGOLE? NO GRAZIE!”

14/02/2012

14 febbraio 2012

“Negozi senza regole? No grazie!”

È l’appello lanciato tramite alcuni quotidiani locali dalla Filcams Cgil, Fisascat Cisl e Uiltucs Uil di Roma e Lazio, in collaborazione con Confcommercio e Confesercenti locali.
“I negozi senza regole sono un danno per i negozi e migliaia di lavoratori e non offrono nessun vantaggio per i consumatori” affermano nella nota.
“L’apertura senza regole degli esercizi commerciali danneggia la piccola e media impresa, mette in crisi i negozi di vicinato ad esclusivo vantaggio delle grandi realtà commerciali.
Peggiora le condizioni di migliaia di lavoratori e lavoratrici del settore, senza più festivi, turni di riposo e articolazioni orarie insopportabili: ogni impresa deciderà quando sarà conveniente aprire.”

Confcommercio, Confesercenti, CGIL, CISL, UIL di Roma e Lazio non sono contro le liberalizzazioni, ma chiedono alcune regole certe per garantire uno sviluppo equilibrato tra le diverse formule di vendita nell’interesse degli operatori, dei consumatori e dei dipendenti.

Per questi motivi hanno richiesto “un incontro urgente e iniziative congiunte alla Presidente della Regione Lazio e al Sindaco di Roma al fine di assicurare il rilancio dell’economia, salvaguardando il tessuto commerciale romano, i posti di lavoro, la vivibilità e l’identità storica di Roma Capitale: la città del commercio.”