Negozi di vicinato: è boom a Torino

19/01/2005


             
             
             mercoledì 19 gennaio 2005
             pagina 12
             
             
            Negozi di vicinato
            È boom a Torino
             
            Infocamere: saldo tra aperture e chiusure a +618.
            Alessio Stefanoni
             
            Continuano a crescere le attività commerciali a Torino e provincia, anche se il dato non si presta esclusivamente a una lettura positiva. Nei primi 11 mesi del 2004, secondo dati Infocamere, elaborati dall’Ascom di Torino, il saldo tra nuove aperture e chiusure è stato di +681 attività commerciali, di cui 413 localizzate nel solo capoluogo piemontese. Sono però quasi esclusivamente i negozi di vicinato ad aprire, vale a dire proprio quelli che hanno il tasso di mortalità più elevata. Su 681 nuove aperture, 676 hanno infatti interessato esercizi di vicinato, tre le medie strutture e solo due le grandi. Una tendenza ancora più marcata a Torino città, dove su 413 nuove aperture 411 sono state di vicinato. ´Il fenomeno della lievitazione dei piccoli esercizi commerciali, quasi +2,3% su base provinciale e +2,6% a Torino’, spiega Maria Luisa Coppa, vicepresidente vicario dell’Ascom torinese, ´è indice dell’intraprendenza e del desiderio di creare impresa di molti giovani, ma lascia comunque spazio a una certa preoccupazione in quanto molto questo fenomeno trae in gran parte origine dalle difficoltà occupazionali del lavoro dipendente’. Non a caso, sono gli stessi esercizi di vicinato ad aver registrato il maggior numero di chiusure nei primi 11 mesi del 2004: l’Ascom ne ha contati 1.152, a fronte di 12 medie strutture e due grandi. Da un punto di vista merceologico, al primo posto tra le nuove attività aperte figurano gli esercizi specializzati in generi alimentari con 21.792 metri quadrati di superficie di vendita complessiva: una superficie concentrata in modo fortissimo nella sola città di Torino (19.333 mq) dove però è più pesante il ruolo della grande distribuzione organizzata (oltre 11 mila mq, contro i 7.600 mq degli esercizi di vicinato). In totale, comunque, tenendo conto anche delle chiusure, la superficie di vendita effettivamente creata a livello provinciale è stata pari a 42.871 metri quadri, di cui 7.941 metri quadri sul solo comparto alimentare.

            Complessivamente, in provincia di Torino risultano attivi 31.711 attività commerciali, per una superficie di vendita totale di 2,8 milioni di metri quadri; a Torino città gli esercizi sono invece 16.329 e la superficie occupata è pari a 1,3 milioni di metri quadri. I centri commerciali sono, in particolare, 54 in tutta la provincia (di cui dieci a Torino città), un dato a cui si aggiungono altre 51 grandi strutture commerciali (di cui 11 a Torino) e 1.749 medie strutture. (riproduzione riservata)