Napoli. Con cento cliniche della bellezza Ischia è l’isola del dottor Fango

08/10/2001



Logo Repubblica.it
napoli

6 Ottobre 20016 ott. 2001 Pagina 15
Con cento cliniche della bellezza
Ischia è l’isola del dottor Fango


FERRUCCIO FABRIZIO


Si apre oggi (conferenza di inaugurazione ore 16) al Palazzetto dello Sport di Ischia Porto «Thermalia Italia» , appuntamento internazionale dedicato al turismo termale, di salute ed ambientale. Quattro giorni di esposizioni, workshop e dibattiti in cui si analizzeranno le prospettive del settore e l’andamento del rapporto tra domanda e offerta. Prevista la partecipazione di numerosi tour operator italiani e stranieri, della Regione Campania, dell’Enit e della Camera di Commercio. Martedì 9 ottobre giornata di chiusura. L’ultimo sole e tepori rassicuranti invitano a far turismo e scoprire i tesori delle terme, le coperte e quelle che rappresentano ancora oggi un museo a cielo aperto, con tutta la grande attualità dell’antica medicina.
Del clima e delle acque termali dell’isola beneficiarono anche Goethe e Proust, Garibaldi curò per mesi a Casamicciola le sue ferite di guerra. Oggi migliaia di turisti da tutto il mondo ne sono convinti: con i suoi gruppi fumarolici, i bacini idrotermali e le numerose fonti sorgive Ischia si presenta come una delle più ambite oasi internazionali delle cure termali. Il boom è decretato dai 100 stabilimenti o strutture collegate alle terme distribuiti tra Ischia Porto (29), Casamicciola (22), Forio (19), Lacco Ameno (13), Serrara Fontana (9) e Barano (7) (per tutti i centri info 081/5074231 e www.ischiaonline.it). E non solo balneoterapia e fangoterapia (tradizionali cure praticate in tutta l’isola, in particolare contro artropatie, disturbi neurovegetativi e ginecologici ), il benessere della salute ad Ischia ora si nutre anche di avanzate tecniche di idromassaggio, diete personalizzate, linfodrenaggi, cure antistress e antirughe, ginnastiche dolci. Abbracciando shiatzu e passeggiate ecologiche. Con pacchetti settimanali che vanno dalle 400mila fino ad oltre un milione di lire.
Ricche di elementi energetici come sodio e potassio le acque di Barano raggiungono temperature di 74 gradi. Fanghi e balneoterapia sono qui associate ad idromassaggi e cure inalatorie consigliate per l’apparato respiratorio e le irrigazioni vaginali. Le acque di Lacco Ameno presentano il più alto coefficiente conosciuto di radioattività per la presenza di radon. I suoi centri (rinomati come Regina Isabella, Parco Negombo, Terme di Augusto) sono specializzati in trattamenti di malattie endocrine, artropatie e neuropatie periferiche. Eccellenti per la cura di periartriti e poliartriti croniche, di artrosi e disturbi della menopausa sono le acque salsosolfate di Ischia Porto. In molte terme come Punta Molino anche maschere di fango e ginnastica ritmica in acqua. Contro i reumatismi ecco la massofisioterapia e la digitopressione cinese, garantite nelle stufe e nelle grotte naturali di Forio dove i Giardini di Poseidon si aprono come autentici paradisi termali. A Casamicciola tutti i beauty farm offrono trattamenti estetici, per tutto il corpo. Efficaci per le artrosi e i disturbi ginecologici le acque del Gurgitello e della Rita, ricche di cloruro di sodio. Alle pendici del Monte Epomeo le terme di Serrara Fontana si distinguono per l’agopuntura e i massaggi subacquei, come ne I Giardini di Aphrodite, grande complesso con 7 piscine di acqua termale.

Ancora tutto in piena attività. Ischia è l’isola dei prodigi e dell’eterna bella stagione. C’è sole, e folla. Un’idea per questo week end. Nell’isola verde ottobre vuol dire estate.