Napoli, 40 milioni per il Family park

09/02/2007
    venerdì 9 febbraio 2007

    Pagina 22 – Turismo

    Napoli, 40 milioni per il Family park

      A Edenlandia si unirà il nuovo giardino zoologico

      di Eduardo Cagnazzi

        Con un investimento di 40 milioni di euro in dieci anni, sarà realizzata a Napoli una delle più moderne aree per il tempo libero e il turismo in Europa. È il Family park, una struttura capace di sviluppare un business di oltre 100 milioni di euro l’anno. Un complesso di 140 mila metri quadrati, in cui le attrazioni dell’antico parco giochi di Edenlandia si uniranno al nuovo giardino zoologico, ristrutturato in collaborazione con lo zoo di Vienna, per il quale è previsto un investimento di 10 milioni.

          Protagonista dell’operazione di restyling e di realizzazione delle strutture è la società Parks and leisure dell’imprenditore napoletano Cesare Falchero, nipote del creatore di Edenlandia, Oreste Rossotto. Progettisti dei due complessi sono rispettivamente Valerio Mazzoli, specializzato in parchi giochi, e l’architetto canadese George Lorenzon, che ha già lavorato per i giardini zoologici di Londra, Vancouver e l’Oltremare di Riccione. È allo studio, inoltre, la possibilità di realizzare, all’interno dell’area, un centro servizi di supporto alle strutture, per un investimento di ulteriori 5 milioni, e un albergo a tre stelle con spazi per lo svolgimento di eventi culturali e musicali.

            Oggi sia lo zoo sia Edenlandia attraggono circa 750 mila visitatori all’anno, con un giro d’affari complessivo pari a circa 80 milioni. Il fatturato della società è invece di poco superiore a 8 milioni. ´Con il Family park si punta a raggiungere quota 1,2 milioni di biglietti staccati, capitalizzando il vasto bacino di utenza offerto soprattutto dal Mezzogiorno’, afferma Falchero. I lavori di restyling partiranno nel prossimo inverno e interesseranno anche il vecchio cinodromo, che sarà trasformato in parcheggio e dove sorgeranno negozi di merchandising.