Musei, ancora sciopero Il ministero: “Pretestuoso”

07/12/2010

Firenze – Secondo giorno di sciopero nei musei statali, per la protesta dei 350 dipendenti dei servizi di biglietteria, bookshop e prenotazioni. «La conferma dello sciopero è un atto grave e pretestuoso, non possiamo essere condizionati da pressioni inaccettabili» commenta una nota dal ministero dei beni culturali, precisando che la trattativa con i lavoratori per salvaguardare i loro posti di lavoro prevede proprio oggi un incontro a Roma, tra il direttore generale per la valorizzazione Mario Resca e Confcommercio nazionale, sollecitata dal ministero per individuare un provvedimento aggiuntivo a tutela dei dipendenti. «Lo sciopero è confermato – risponde Fabio Giunti della Filcams-Cgil – anche se Resca ha minacciato un rinvio della riunione romana. Aspettiamo riposte certe e non promesse. Se salta l´incontro, faremo altri scioperi nei prossimi giorni».