Mozioni congresso Cgil Annullato voto Termini

18/02/2010

La Commissione di garanzia della Cgil ha invalidato il congresso di Termini Imerese per «vizi di forma» nel voto conclusivo sulle mozioni congressuali.
Polemica tra maggioranza e minoranza interna al sindacato, quest’ultima uscita dal voto nettamente vincitrice,425 a 16, nei confronti della mozione firmata dal leader Gugliemo Epifani. E Gianni Rinaldini, leader Fiom nonché uno dei firmatari del documento “La Cgil che vogliamo”, dichiara: «Nel rispetto dovuto nei confronti della Commissione di Garanzia di Palermo, ritengo la decisione di invalidare il Congresso della Cgil di Termini Imereseun atto sbagliato e dettato da scelte politiche di sostegno ad una precisa mozione congressuale». Giovedì e venerdì, comunque, i lavoratori aderenti alla Fiom di Termini Imerese potranno tornare ad esprimersi