Moto, nota esplicativa Contratto Integrativo Aziendale 30/06/2006

      Roma, 30 gennaio 2006


      Dopo un confronto durato alcuni mesi, in data odierna, alla presenza di una numerosa delegazione di strutture sindacali territoriali e RSA-RSU, abbiamo stipulato il contratto integrativo con Moto SpA che, aggiungendosi a quello di My Chef stipulato il 13 dicembre 2005; ed a quelli vigenti in Autogrill, FiniFast e Ristop, completa il quadro della contrattazione di secondo livello per le principali aziende di ristorazione operanti in concessione sulle Autostrade.

      Moto SpA è una joint venture costituita dal Gruppo Cremonini e da Compass Group, leader internazionali nel settore della ristorazione, a tutt’oggi è presente in 27 aree di servizio.

      Caratteristiche ed i contenuti principali del Contratto integrativo Moto SpA:

      -l’accordo è integrativo sia al “CCNL Turismo PE” relativamente al settore ristorazione e al “CCNL Terziario e dei servizi” relativamente al settore distributori di carburante

      RELAZIONI SINDACALI
      -attuazione e rispetto della legge n.300/1970, oltre che per la sede, per tutte le aree di servizio indipendentemente dal numero di dipendenti in esse presenti

      -sistema di relazioni industriali al livello nazionale e di punto vendita con anche percorsi di raffreddamento delle controversie

      -costituzione di gruppi di lavoro per implementare i contenuti del CIA in merito a: definizione del sistema di salario variabile, classificazione e mansioni, azioni positive (sul tema è inoltre previsto un progetto pilota), armonizzazioni contrattuali, salute e sicurezza, modalità di utilizzzo degli ammortizzatori sociali

      MALATTIA
      -generalizzazione della copertura assicurativa previdenziale per tutti gli eventi morbosi attraverso una integrazione retributiva settimanale

      -erogazione del 100% della retribuzione spettante nel periodo di carenza per i primi 3 giorni di malattia
      -copertura assicurativa previdenziale durante le assenze non retribuite per malattia del bambino attraverso una integrazione retributiva settimanale

      PART-TIME
      -su richiesta, momentanea trasformazione del contratto di lavoro da tempo pieno a tempo parziale per il periodo successivo al parto e sino al compimento del sesto anno di vita del bambino

      -su richiesta, temporanea trasformazione del rapporto di lavoro da tempo pieno a tempo parziale, per un periodo di tempo limitato, per gravi esigenze di salute familiari

      VITTO
      -il personale con orario di lavoro giornaliero superiore a 4 ore godrà di una pausa pasto di 30 minuti compresi nell’orario di lavoro.

      -per il personale con orario pari o inferiore a 4 ore giornaliere la pausa pasto sarà modulata in 15 minuti compresi nell’orario di lavoro.

      -nelle Aree di servizio dotate sia di bar che di ristorante, tutto il personale potrà consumare il pranzo o la cena presso il ristorante secondo un menù previamente concordato

      -non verrà effettuata alcuna trattenuta pasto

      TERZO ELEMENTO AZIENDALE.
      -importo lordo mensile, sotto forma di “terzo elemento aziendale”, di € 90,00 che saranno riparametrati al 4° livello, incrementato di € 10,00 dopo 6 mesi e di € 25,00 dopo ulteriori 6 mesi per raggiungere la somma di € 125,00 lordi mensili riparametrati al 4° livello.

      -al personale assunto a seguito di subentri in concessione l’importo complessivo (€ 125,00) è da intendersi, sino a concorrenza, già inglobato negli elementi retributivi collettivi corrisposti dal precedente gestore.

      -al personale con contratto a termine ai fini della maturazione degli importi sopra specificati verranno considerati utili i periodi di lavoro prestati.

      ORARIO DI LAVORO E TURNI.
      -Ferma restando la programmazione dell’orario dei contratti part time, l’orario di lavoro viene confermato come strutturato su turni unici avvicendati, diurni e notturni, suddivisi su 5 giorni la settimana.

      -Ferma restando la programmazione dell’orario dei contratti part time, i turni saranno programmati con cadenza quindicinale e comunicati entro la fine della prima settimana precedente l’inizio dei turni medesimi

      -Per lavoro notturno si intende quello prestato dalle ore 22.00 alle ore 6.00.

      FERIE ESTIVE
      – 2 settimane consecutive nel periodo da giugno a settembre di ogni anno.

      p/la FILCAMS p/la FISASCAT p/la UILTuCS
      Guglielmi Magnifico Fargnoli