Montecatini. Lavoratori termali in assemblea

16/09/2005

    venerdì 16 settembre 2005

    Pagina 12

      Lavoratori termali in assemblea

        All’iniziativa in Comune parteciperanno anche gli alberghieri Adesione del sindaco e dell’assessore regionale all’appuntamento in programma giovedì

          MONTECATINI. Un’assemblea dei lavoratori termali e alberghieri, aperta al pubblico e alla quale parteciperanno anche il sindaco Ettore Severi e l’assessore regionale al turismo, Anna Rita Bramerini. Lo hanno annunciato Cgil-Cisl-Uil al termine di un incontro con i dipendenti delle Terme. All’inizio le organizzazioni sindacali avevano programmato una manifestazione di fronte alla palazzina sede delle Terme, ma poi ha prevalso l’ipotesi assemblea, vista l’adesione delle istituzioni all’iniziativa.

            Nella riunione di ieri i lavoratori termali avevano accolto la proposta giunta dall’Apam di un’azione comune che cercasse di smuovere la situazione di stallo creatasi attorno alla vicenda Terme. Per questo avevano votato all’unanimità di organizzare una manifestazione della durata di due ore nel viale Verdi, con data ancora da concordare. Ipotesi, questa, che non è stata accantonata dai sindacati, ma soltanto rimandata, visto che nel giro di poche ore sono stati in grado di predisporre un’assemblea pubblica alla quale hanno subito aderito anche Comune e Regione (enti proprietari delle Terme) e alla quale sono invitati a partecipare anche i lavoratori del comparto alberghiero.

            «L’obiettivo – spiega Tullio Ruffoni, Fisascat Cisl – è quello di tenere vivo l’interesse per una questione di vitale importanza per Montecatini e per tutta la Valdinievole. Sarà anche l’occasione per ribadire che i sindacati sostengono l’impegno della proprietà nel loro tentativo di riprendersi in mano la gestione diretta dell’azienda».

            «La situazione – dice Fabio Capponi, Filcams Cgil – si è fatta da tempo insostenibile per i lavoratori termali – i quali sono costretti a fare pesanti straordinari per soddisfare le richieste dei curisti».

            «Le Redi, infatti – aggiunge Gessica Beneforti, Filcams Cgil – continuano a rimanere inspiegabilmente chiuse e solo grazie al senso di responsabilità dei lavoratori degli altri stabilimenti viene garantita l’erogazione delle prestazioni».

            L’assemblea pubblica sulle Terme è convocata per giovedì prossimo dalle ore 15,30 alle ore 17,30, in sala consiliare.

            Tutti invitati? «No, la società di gestione non lo è – risponde Beneforti – in quanto è l’unica che non faccia il bene di questa città e non conosca il senso di un rapporto sindacale».

          Mec