Montecatini. Il presidente della Regione incontra i lavoratori delle Terme

31/03/2006
    venerd� 31 marzo 2006

      Il presidente della Regione Martini incontra i lavoratori delle Terme

        diMarco A. Innocenti

        MONTECATINI — Gestione privata indispensabile per il futuro; cure assistite dal servizio sanitario nazionale solo come parte complementare del termalismo; disponibilit� a valutare cessioni di immobili non strategici solo dopo la predisposizione del piano industriale di rilancio. Sono le tre linee-guida tracciate dal presidente della Regione Claudio Martini nell’incontro con i lavoratori delle Terme, che si � svolto nella sede della Cgil. Con il governatore della Toscana c’erano, oltre ai sindacalisti padroni di casa, il presidente della Provincia Gianfranco Venturi e il consigliere regionale Daniela Belliti.

        Fabio Capponi (Filcams-Cgil) ha definito la presenza di Martini �un riconoscimento ai lavoratori e al loro ruolo di garanzia e continuit� della realt� termale di Montecatini nei lunghi mesi di crisi�.

        �La Regione — ha detto Martini — ha gi� stanziato 2,5 milioni di euro per i primi interventi e per un minimo di campagna marketing. Ma le Terme non vanno solo salvate: dobbiamo dar loro un futuro di sviluppo. La stoffa per progetti importanti c’�.

        Sull’assetto della gestione Martini non ha dubbi: �La prima esperienza di privatizzazione � stata confusa e dolorosa. Ma non � immaginabile che in futuro sia l’ente pubblico a gestire le Terme. Non siamo imprenditori. N� gli uffici del Comune n� quelli della Regione hanno le competenze per guidare un’azienda termale. Gestiremo le Terme finch� necessario, senza poter oggi quantificare in mesi e anni la durata della fase di transizione. Ma sar� poi necessario cercare partner, in tutto il mondo, che capiscano di termalismo. La prima volta credevamo di averlo trovato. Ci siamo sbagliati. Faremo tesoro degli errori per una nuova ricerca attenta e rigorosa. Useremo questo tempo per riflettere sul miglior tipo di bando da proporre, anche se so gi� oggi che non accontenteremo tutti�.

        Rispondendo alle domande dei lavoratori, Martini ha escluso la possibilit� che il termalismo torni quello della mutua: �Non esistono pi� le terme sanitarie tout court. Il Ssn non pu� pi� permettersele. Dovranno essere un mix fra funzione sanitaria e nuove tendenze del wellness e fitness�.

        Martini ha promesso un nuovo cda dell’Immobiliare (sar� eletto il 20 aprile) con un forte grado di discontinuit� rispetto al passato. �Dobbiamo voltare pagina. Mi impegno a farlo per la parte che compete alla Regione�.

        Sulla cessione degli immobili Martini vuole evitare due eccessi: il totale immobilismo e il lassismo. �Prendiamo subito le distanze — dice — da quanti puntano a favorire gli interessi di speculatori immobiliari. Valuteremo eventuali cessioni dopo la stesura di un serio piano industriale�.

          Venturi conferma la disponibilit� della Provincia a entrare nella propriet�: �Daremo alle Terme tutto il ricavato della cessione dell’ex caserma dei vigili del fuoco�.