Montecatini, dipendenti in agitazione

28/10/2004
              MARCHE
              Mercoledì 27 Ottobre 2004

              Assemblea infuocata del personale delle Terme, oggi si riuniscono i soci. Santarelli: «Non mi sento inadempiente»
              Montecatini, dipendenti in agitazione Preoccupati per gli stipendi protesteranno durante lo spettacolo di Panariello

              di PEPPE ERCOLI

              Si decide oggi gran parte del futuro delle terme di Montecatini; nel frattempo, però, i lavoratori termali sono in stato di agitazione ed hanno annunciato una manifestazione in occasione dello spettacolo del sabato sera di Panariello su Raiuno in programma nella cittadina toscana.

              A Montecatini è convocata per oggi l’assemblea dei soci della società di gestione. Intorno al tavolo si siederanno dunque i rappresentanti legali della Montecatini Partners e dell’Immobiliare che comprende Comune di Montecatini e Regione Toscana. Dopo i messaggi «trasversali» finalmente l’atteso faccia a faccia dal quale si attendono schiarite sul futuro anche se le premesse non promettono nulla di buono.

              L’appuntamento di oggi è stato preceduto dalle assemblee delle due società. Ieri nella sede di Ascoli si è riunita la Montecatini Partners alla presenza di Felice Santarelli e del commercialista Paolo Ferri a cui il giudice delle indagini preliminari Annalisa Gianfelice ha affidato le quote di Vitawell e di International spa che facevano capo al gruppo di Mauro Scaramucci e di cui è stato disposto la scorsa settimana il sequestro preventivo. Nei giorni scorsi c’erano stati incontri preparatori a questa assemblea che hanno coinvolto anche l’amministratore delegato di Vitawell Valerio Cordone e l’avvocato Mario Quinto per l’International spa.

              Anche su indicazione del gip Gianfelice, ieri sono stati individuati i nomi che Montecatini Partners indicherà oggi durante l’assemblea della società di gestione. Prevista la conferma nel consiglio di amministrazione di Mario Salvi, già entrato nel Cda ad agosto quando Santarelli fu nominato amministratore delegato al posto di Scaramucci, dimessosi in precedenza. Il nome nuovo è quello dell’ex generale di brigata della Guardia di Finanza Marcello Serpente di Fermo che dovrebbe aggiungersi a quello dell’avvocato Roberto Righi per l’Immobiliare. Per il collegio sindacale verrà segnalato Marcello Testa, ragioniere professionista ascolano.
              Poiché Felice Santarelli è presidente dell’assemblea, ne farà le veci durante i lavori il suo consulente per le terme di Montecatini, Vincenzo Marini Marini.

              Santarelli ha intanto apprezzato la mezza apertura nei suoi confronti di Regione Toscana e Comune di Montecatini, ma non gli è piaciuto sentire parlare di «oggettive inadempienze» peraltro notificate ufficialmente ieri al direttore generale della società termale.

              «Non mi sento inadempiente e impostare così un futuro rapporto, parlando da una parte di proseguire il rapporto, ma dall’altra di risolvere il contratto, non rappresenta una buona premessa» ha commentato ieri Felice Santarelli. «Io sono tranquillo in tutto e domani (oggi ndr) vedremo quali sono le condizioni per andare avanti tenendo presente che Comune e Regione hanno il potere di indicare chi deve finanziare la società di gestione e le modalità».

              Intanto ieri si sono riuniti i lavoratori delle terme. Deciso lo stato di agitazione ed un volantinaggio davanti al teatro Verdi in occasione dello spettacolo del sabato sera di Raiuno Il cielo è sempre più blu di Giorgio Panariello.