“Mondo” Wall Mart e le spese per spiare i dipendenti

30/03/2007
    venerdì 30 marzo 2007

    Pagina 39 – Finanza & Mercati

    PARTERRE

      Wall Mart e le spese
      per spiare i dipendenti

        Ex agenti della Cia e dell’Fbi per spiare dipendenti e dirigenti, senza badare a spese.

        Wal-Mart, da sempre accusato di pagare poco il suo personale, ha mostrato di non lesinare le risorse almeno quando si tratta di metterlo sotto indagine per garantire il rispetto delle sue regole etiche: il «New York Times» ha rivelato che negli ultimi cinque anni l’azienda ha arruolato una squadra di ex oo7 e funzionari federali per spiarli in missioni, a volte internazionali, destinate a scovare truffe e violazioni.

        I risultati non mancano: un membro del board è stato estromesso per l’uso di fondi aziendali nell’acquisto di equipaggiamento da caccia, due executive della divisione marketing hanno perso il lavoro perché avrebbero accettato trippi regali da un potenziale fornitore e un tecnico dei computer ha pagato cara la registrazione di telefonate con un giornalista.

        La strategia, però, trova i suoi critici: Julie Roehm, uno dei dirigenti di marketing espulsi, ha ingaggiato con Wal-Mart una battaglia a colpi di denunce e controdenince. (M.Val.)