“Mondo” Megafusione nei grandi magazzini

18/11/2004

    giovedì 18 novembre 2004

      Megafusione nei grandi magazzini
      Kmart e Sears uniscono le forze per contrastare il colosso Wal Mart

        NEW YORK
        Pronti a lanciarsi nella corsa agli acquisti natalizi – il via ufficiale arriverà la prossima settimana con le celebrazioni giorno del Ringraziamento – gli americani abituati a spendere nei centri commerciali delle catene Kmart e Sears Roebuck dovranno mettere da parte ogni possibile rivalità. Con perfetto tempismo, le due aziende – simboli della grande distribuzione a stelle strisce – hanno deciso di unire le proprie forze e dare vita al terzo gigante del comparto – dietro gli inarrivabili Wal Mart e Home Depot – già ribattezzato Sears Holding. La nuova realtà – ai cui vertici siederanno il presidente di Kmart Edward Lampert e l’amministratore delegato di Sears Alan Lacy – potrà contare su un forte radicamento sul territorio, grazie a 2.350 grandi magazzini e 1.100 negozi specializzati sparsi per gli Stati Uniti, su una forza lavoro complessiva di 345.000 dipendenti (144.000 in arrivo da Kmart; 201.000 da Sears) all’interno dei confini americani e 48.000 in Canada (tutti in arrivo da Sears) e su un fatturato annuo pari a 55 miliardi di dollari.

          La fusione – approvata dai consigli di amministrazione delle due aziende, in attesa del via libera degli azionisti e delle autorità a tutela della concorrenza – è stata siglata con una operazione finanziaria da 11 miliardi di dollari complessivi, in base alla quale vi sarà la corresponsione agli azionisti di Kmart di una azione della nuova Sears Holding per ogni titolo posseduto.

            Gli azionisti di Sears potranno scegliere se ricevere 50 dollari in contanti o la la metà di una azione Sears Holding, valutata 50,61 dollari in base al prezzo strappato dai titoli Kmart alla chiusura della Borsa di ieri. In base alle stime annunciate dalle due società, la conclusione dell’affare – prevista per il marzo del 2005 – garantirà alla Sears Holding un risparmio annuale di 500 milioni di dollari.