Modi & Moda – circolare aggiornamenti 26/04/2012

Roma 26 aprile 2012

Oggetto: aggiornamenti Modi&Moda

data la complessita’ della situazione in cui si trovano le lavoratrici ed i lavoratori di Modi&Moda, allo scopo di evitare incomprensioni con gli stessi, ritengo sia opportuno ripercorrere quanto avvenuto nell’ultimo anno.
Modi&Moda era controllata al 100% da Fashion Network. Quest’ultima, lo scorso ottobre e’ stata dichiarata fallita. Nei mesi successivi, pur essendo ancora in attivita’, Modi&Moda non aveva alcuna interlocuzione con noi. Infatti il blocco dei beni di Fachion Network, conseguente al fallimento, ha coinvolto le imprese ad essa collegate.
Il curatore fallimentare di Fashion Network, pur avendo il controllo dei beni, non poteva direttamente rispondere per Modi&Moda. Questo ha reso molto complicato persino riuscire ad ottenere una ulteriore Cigs per il 2012.
Fino a gennaio Modi&Moda ha venduto merce per conto di Fashion Network, e si può quindi supporre che e’ stata utilizzata per fare cassa per quest’ultima. Ad inizio febbraio, il curatore fallimentare di Fashion Network ha dato disposizioni al CDA di Modi&Moda di presentare istanza di fallimento, che e’ stata depositata il 03 febbraio. Contestualmente sono stati chiusi tutti i punti vendita, generando una situazione di evidente grave difficolta’ per le lavoratrici ed i lavoratori, dato che la Cigs in vigore e’ a rotazione e che l’ultima retribuzione percepita e’ quella di dicembre 2011.
I tempi per la sentenza di fallimento, normalmente sono relativamente brevi. Ma gli amministratori straordinari di Mariella Burani, anch’essa facente capo a Fashion Network, hanno presentato ricorso al tribunale di Torino, per richiedere di ricondurre Modi&Moda all’interno dell’amministrazione straordinaria. Il tribunale fallimentare si e’ riservato di decidere rinviando l’udienza al 17 aprile, successivamente al 23 aprile (queste informazioni sono state, inizialmente incerte ed ufficiose) e poi nuovamente al 8 maggio.
La data dell’ 8 maggio, probabilmente non e’ casuale. Infatti in quella data si deciderà se Mariella Burani ha i requisiti per proseguire l’amministrazione straordinaria, o se sarà anch’essa dichiarata fallita.
Questa situazione così complessa rende impossibile, come si comprenderà, ormai da ottobre, qualunque intervento da parte nostra. Infatti, fino a quando non sarà nominato il curatore fallimentare per Modi&Moda, non abbiamo alcun interlocutore. Il primo intervento che sarà necessario richiedere, sarà quello di attivare una nuova Cigs per fallimento, per fornire a lavoratrici e lavoratori un supporto economico.
Questo primo passaggio e’ ancora più urgente alla luce del fatto che le retribuzioni arretrate ammontano ormai a 4 mensilità.

Non appena avremo novità, vi aggiorneremo.

p. la Filcams Cgil Nazionale
Sabina Bigazzi