MODENA: VIGILANZA PRIVATA IPERMERCATI: COOP ESTENSE CAMBIA APPALTO, A RISCHIO I LAVORATORI

14/12/2011

14 dicembre 2011

Modena: Vigilanza Privata Ipermercati: Coop Estense cambia appalto, a rischio i lavoratori

Diventa sempre più fondata ogni giorno che passa la scelta di Coop Estense di affidare con l’inizio dell’anno nuovo i propri servizi di vigilanza interni e di controllo accessi e fornitori direttamente a una società privata.
“Sembra – affermano i sindacalisti Adriano Montorsi FilcamsCgil, Alessandro Martignetti Fisascat Cisl e Lorenzo Tollari Uiltucs Uil – che Coop Estense abbia intenzione di rinunciare al rapporto commerciale, ormai pluriennale, con Coopservice, grande società di vigilanza, per affidarsi a due aziende di investigazione e sicurezza per gli appalti di servizi all’interno dei suoi 4 ipermercati di Modena, Mirandola, Carpi e dei 2 di Ferrara”.
“Abbiamo l timore – spiegano i sindacalisti – che possano subentrare soggetti che applicano contratti di lavoro precari, a cominciare da partite Iva e contratti a chiamata”, mentre oggi i 30 addetti di Coop Service sono assunti a tempo indeterminato applicando i contratti di settore della vigilanza, commercio. Il dubbio è che questa operazione possa mascherare semplicemente la volontà di risparmiare qualche euro scaricandone i costi sui lavoratori in appalto.

“Già dal 1° dicembre abbiamo chiesto un confronto all’azienda che, ad oggi, non ha minimamente risposto alla nostra richiesta” affermano i sindacalisti. Giovedì 15 dicembre è prevista l’assemblea con i lavoratori per decidere quali azioni intraprendere. I sindacati restano comunque disponibili a un confronto con l’azienda e auspicano che Coop Estense voglia smentire l’eventualità di una scelta di “Irresponsabilità Sociale”.