MODENA: STRAORDINARIA RISUSCITA DELLO SCIOPERO DELLE LAVORATRICI DELLE PULIZIE APPALTO POSTE

12/07/2013

12 luglio 2013

Modena: Straordinaria risuscita dello sciopero delle lavoratrici delle pulizie appalto poste

Colorato e rumoroso il presidio delle lavoratrici dell’appalto di pulizie delle Poste Italiane di Modena e Provincia svoltosi davanti alla direzione di Poste Italiane a Modena in via Divisione Aqui.

Uno straordinario risultato di partecipazione tanto che, in un’assemblea improvvisata sul piazzale, le lavoratrici hanno deciso di portare lo sciopero dalle 3 giornate già proclamate a ben 4 giornate.
Anche questa volta le lavoratrici infatti hanno deciso andare fino in fondo, riproponendo un presidio ogni volta che questo fosse reputato necessario così come fu fatto pochi anni fa contro i tagli delle ditte precedenti.
Le lavoratrici chiedono a Poste Italiane non solo di riavere le loro ore, ma anche di dichiarare formalmente se i tagli operati da Euro & Promos Group sono legittimi. Appaiono notevoli le incongruenze tra quanto la ditta appaltatrice ha dichiarato, al fine di giustificare il taglio, alla Filcams Cgil di Modena (e conseguentemente a tutti i lavoratori che rappresenta), e quanto invece risulta essere previsto da capitolato. Solo Poste Italiane può dire esattamente come stanno davvero le cose, ma fino ad oggi non c’è stato riscontro alle nostre sollecitazioni.
Straordinaria inoltre la solidarietà dimostrata dalle lavoratrici dell’appalto di pulizie della Polizia di Stato, anch’esse dipendenti Euro & Promos che, avendo subito a loro volta tagli drammatici, non hanno perso l’opportunità di aiutare le colleghe con la loro partecipazione sotto gli uffici postali siti proprio accanto alla Questura.
Le lavoratrici e la Filcams Cgil di Modena ringraziano inoltre anche le Rsu Slc/Cgil di Poste Italiane per la loro solidarietà e per la loro partecipazione al presidio, segnale che la battaglia per la dignità di queste lavoratrici è condivisa da quei lavoratori di Poste che subiscono gli effetti della scarsa pulizia dei locali, vittime a loro volta di un sistema ingiusto e volto solo al risparmio.