MODENA: RIPRISTINATA LA DEMOCRAZIA SINDACALE NELL’IPERMERCATO FAMILA DI FIORANO MODENESE

26/03/2013

26 marzo 2013

Modena: ripristinata la democrazia sindacale nell’ipermercato Famila di Fiorano Modenese


La Filcams Cgil di Sassuolo ha intentato nel 2012 una causa contro la proprietà Maxi Di Srl del negozio Famila di Fiorano Modenese (Mo) per attività antisindacale e mancato riconoscimento della Rappresentanza Sindacale Aziendale.
L’azienda, dopo che 15 lavoratori dell’ipermercato si erano iscritti in pieno diritto alla Filcams Cgil, ha fatto pressione su molti di loro, attraverso colloqui individuali, affinché disdettassero l’iscrizione al sindacato. Inoltre, non ha riconosciuto la Rappresentanza Sindacale Aziendale (Rsa) eletta all’interno di un’assemblea, motivandola con la mancata sottoscrizione da parte della Filcams Cgil del contratto nazionale.
Il 22 marzo scorso è finalmente arrivata la decisione del Tribunale del Lavoro di Modena, che ha condiviso le ragioni della Filcams Cgil: “E’ stato ripristinato il giusto diritto dei lavoratori ad avere la rappresentanza sindacale da loro eletta ed il diritto del Sindacato ad essere presente nei luoghi di lavoro, ha affermato il sindacato, “rimane l’amarezza di verificare l’arroganza con la quale alcune aziende si comportano nei confronti dei propri dipendenti, da una parte pretendendo costantemente la massima flessibilità e produttività, ma al contempo negando loro i giusti diritti.”

In un momento in cui sembra che i diritti sanciti dalla Costituzione Italiana non abbiano più valore esigibile, questa decisione del Tribunale di Modena riempie di speranza per il futuro e di orgoglio per la caparbietà dei lavoratori in un settore difficile e complesso come la grande distribuzione.
La FilcamsCgil auspica che d’ora in poi si possano avviare costruttive relazioni sindacali all’interno del punto Familia di Fiorano Modenese.