MODENA: PRESIDIO DEI LAVORATORI IUMEX E VELA ARREDAMENTI

27/11/2012

27 novembre 2012

Modena: presidio dei lavoratori Iumex e Vela arredamenti
A rischio oltre 50 posti di lavoro per effetto di una ordinanza del tribunale di Milano

Modena: Il Tribunale di Milano ha emesso nei giorni scorsi un’ordinanza cautelare di sospensione dell’attività nei confronti di un’azienda di Castelfranco Emilia, “Vela Arredamenti Srl”, nell’ambito di una causa tra aziende in tema di concorrenza.
Con tale decisione, che non è una sentenza, si inibisce la produzione di diversi prodotti e nei fatti si porta alla chiusura dell’azienda, dove operano una decina di persone.
L’effetto è pesantissimo anche nei confronti dell’azienda collegata, la “Iumex” di Modena.
Si tratta di una fonderia con 26 dipendenti, che al momento esprime la maggior attività proprio nella fabbricazione di elementi metallici per “Vela Arredamenti”. Elementi che non potranno, fino alla sentenza, essere commercializzati.
Ugualmente nell’indotto che lavora per le due aziende, spesso in prevalenza, sono a rischio altri 10/15 posti di lavoro.
“Fermo restando il massimo rispetto per le decisioni del Tribunale di Milano” affermano Filcams e Fiom Cgil, non possiamo non esprimere preoccupazione per gli effetti sull’occupazione nelle imprese coinvolte. Per giunta non si tratta di una sentenza, ma di un atto che potrebbe essere anche messo in discussione dalla sentenza.
Se tra due anni la sentenza dovesse essere quella di assoluzione per “Vela Arredamenti”, chi restituirà i molti posti di lavoro persi? Non sarebbe stato opportuno attendere gli esiti della sentenza, prima di creare una condizione che potrebbe portare alla chiusura immediata di alcune imprese modenesi?”
In una affollata ed animata assemblea svoltasi presso la sede CGIL i lavoratori e le lavoratrici delle principali imprese coinvolte hanno esternato con forza la preoccupazione di perdere, già nelle prossime settimane, il posto di lavoro.
Rischio più che concreto, visto che l’atto del Tribunale di Milano inibisce la produzione dei prodotti di “Vela Arredamenti” a partire dal prossimo 8 dicembre.
Filcams e Fiom hanno indetto lo stato di agitazione, ed hanno richiesto alle imprese un incontro urgente, auspicando allo stesso tempo la massima attenzione delle Istituzioni sulla vicenda.