Modena. Coop Estense, la Cgil ci ripensa e va al tavolo

03/09/2002







Modena Martedì 3 settembre 2002




      Coop Estense, la Cgil ci ripensa e va al tavolo
 

 

        Sono riprese ieri pomeriggio e dovrebbero proseguire anche oggi le trattative per il rinnovo del contratto integrativo aziendale di Coop Estense. Dopo una primavera fatta di scioperi, manifestazioni e scambi di accuse tra le organizzazioni sindacali ieri i rappresentanti modenesi del commercio di Cgil, Cisl e Uil si sono recati a Roma per riaprire il tavolo di discussione. E soprattutto verificare se sia possibile finalmente trovare un accordo tra sindacati e direzione del colosso cooperativo in merito al contratto scaduto a fine 1999. Non era forse scontato che ci fosse anche la Filcams-Cgil al tavolo, ma dopo le tante prese di posizione provenienti anche da lavoratori della Coop, che chiedevano la riapertura del confronto, i rappresentanti della Camera del Lavoro hanno deciso di ‘andare a vedere’ le carte della controparte, dopo che per tutta l’estate hanno spiegato che di fronte a proposte di Coop Estense che non cambiavano non potevano che ritenere inutile la ripresa del confronto. Cisl e Uil dal canto loro già al momento della convocazione dello sciopero del 29 giugno da parte della sola Filcams avevano spiegato che c’erano invece già le condizioni per trattare e arrivare ad un’intesa. I sindacalisti in trasferta a Roma a tarda sera mostravano un tiepido ottimismo sul chiarimento in corso. A Roma al Centro Congressi Cavour ieri c’erano anche i rappresentanti nazionali di Filcams, Fisascat e Uiltucs, un dirigente della Lega provinciale delle cooperative, un paio delle centrali coop e una ventina di delegati Filcams-Cgil di Modena, Ferrara e della Puglia.
        g.m.