Modena. «Ateneo, l’appalto è uno scandalo»

14/07/2005
    giovedì 14 luglio 2005

      Pagina 13 – Cronaca

        DENUNCIA DEI SINDACATI

        «Ateneo, l’appalto è uno scandalo»

        «Università paga addetti alle immatricolazioni solo 10,65 euro l’ora»

          Un appalto a dir poco scandaloso. Così Filcams Cgil e Flc Cgil bollano il nuovo appalto per il servizio di immatricolazione degli studenti aggiudicato lo scorso 1º luglio dall’Università di Modena e Reggio. «Lo scandalo non sta tanto nel fatto che questo servizio è oggetto di appalto esterno, cosa che avviene da tempo, – spiegano i sindacati – ma dal fatto che viene affidato ai lavoratori che vi saranno impiegati allo scandaloso costo orario di 10,65 euro».

          Il motivo di tale affermazione viene spiegato con un esempio che dà il senso delle proporzioni a proposito di retribuzioni. Annualmente il ministero del lavoro produce, per ogni provincia, tabelle relative al costo orario da rispettarsi negli appalti del pulimento e delle aziende multiservizi.

          «Il costo orario, per i lavori meno qualificati del pulimento, è per il 2005 superiore ai 15 euro. – spiegano Filcams e Flc – Un appalto a costi inferiori vuol dire una serie di possibili conseguenze, quali il mancato rispetto dei contratti, l’utilizzo improprio di contratti di collaborazione, l’abuso di tirocini, l’evasione della contribuzione previdenziale ed assistenziale, delle norme sulla sicurezza o, più semplicemente, lavoro nero. Nel caso in oggetto si tratta di gestire per circa 4 mesi il servizio di gestione delle immatricolazioni nei suoi vari aspetti. Richiede quindi lavoratori qualificati e di elevata scolarizzazione. L’azienda che si è aggiudicata l’appalto con l’incredibile ribasso del 30% sulla base d’asta, risulta avere, come attività dichiarata al registro delle imprese, quella della gestione e corsi per l’insegnamento delle lingue straniere. Nessun’impresa può gestire un appalto ad un costo orario onnicomprensivo di poco superiore ai 120 euro, rispettando le regole esistenti. – denunciano i sindacati. Che non lo sappia l’azienda a cui è stato aggiudicato il servizio, esperta sino ad ora solo in corsi di lingue, è comprensibile. Che lo ignori però l’Università di Modena è francamente inconcepibile».