MOBILITAZIONE DEI LAVORATORI DEI PUBBLICI ESERCIZI DI RAVENNA-FORLI-CESENA-RIMINI PER UN RINNOVO CONTRATTUALE GIUSTO E DIGNITOSO

30/08/2013

30 agosto 2013

Mobilitazione dei lavoratori dei pubblici esercizi di Ravenna-Forlì-Cesena-Rimini per un rinnovo contrattuale giusto e dignitoso

Si e’ tenuto il 29 agosto scorso il presidio delle lavoratrici e dei lavoratori del Turismo dei territori di Ravenna , Forli, Cesena e Rimini in difesa del Contratto Nazionale di lavoro. Contratto che dal 1974 rappresenta un sistema unico di tutele e norme che regolano i rapporti di lavoro di quasi un milione e mezzo di lavoratrici e lavoratori e che oggi viene messo in discussione dalle associazioni datoriali in particolar modo prima dalla presa di posizione di Angem associazione di rappresentanza del settore della ristorazione collettiva, poi dalle inaccettabili richieste di Fipe (Federazione Italiana Pubblici Esercizi).

L’iniziativa, che si colloca nell’ambito di una mobilitazione nazionale del settore, ha raccolto a Rimini piu’ di 300 lavoratori del settore, significativa la presenza delle lavoratrici e dei lavoratori di Autogrill che hanno scioperato in tutta la tratta romagnola raggiungendo punte di adesione pari anche al 90%.

L’iniziativa volta a difendere l’unicita’ del contratto e a sgombrare il tavolo del negoziato da richieste improntate a restituzione di diritti e abolizione di istituti quali, gli scatti di anzianità, quattordicesima e malattia, ha anche teso a sottolineare la strategicita’ del settore turistico nell’ambito nazionale , settore spesso non sufficientemente e adeguatamente considerato.

Le Organizzazioni Sindacali di Filcams CGIL Fisascat CISL Uiltucs UIL dei territori interessati esprimono quindi soddisfazione per la riuscita dell’iniziativa volta a far recedere FIPE dalle sue inaccettabili pretese e convincerla a tornare al tavolo con un atteggiamento diverso. Dopo questa prima mobilitazione le organizzazioni sindacali danno appuntamento ai lavoratori del settore turistico a settembre per lo sciopero nazionale di settore gia’ proclamato per 8 ore.

Filcams Cgil Fisascat Cisl Uiltucs Uil
dei Territori di Cesena-Forlì-Ravenna-Rimini