Milano Report, esito incontro 30/04/2015

Roma, 4 maggio 2015

Testo Unitario

Nel corso dell’incontro tenutosi il giorno 30 aprile 2015 con la società Milano Report sono stati effettuati gli esami congiunti relativi alle due procedure 223/91 avviate dalla società.

In relazione alla procedura che coinvolge i 18 dipendenti dei 6 pdv in chiusura e avviata l’8 aprile u.s. abbiamo chiesto maggiori dettagli sui motivi che determinano la scelta aziendale di cessare l’attività dei negozi e la disponibilità di procedere con strumenti conservativi.

La società ha illustrato brevemente i dati economici dei pdv che verranno integrati, su nostra richiesta, con una comunicazione scritta riguardante fatturati, costi fissi, costi del personale e relative incidenze sul conto economico.

I pdv coinvolti, con relative date di chiusura, sono:

· United Colors of Benetton Outlet Carrara – chiusura entro luglio 2015;

· United Colors of Benetton Oulet Napoli – chiusura entro maggio 2015;

· Sisley Forlì – chiusura entro luglio 2015;

· Sisley Milano Grandi Stazioni – chiusura entro settembre 2015;

· Sisley Savona – chiusura entro settembre 2015 (non vi sono dipendenti in quanto qui sono collocate temporaneamente due lavoratrici provenienti dalla cigs per cessazione attività dei pdv di Genova);

· Sisley Rimini – chiusura entro il 31 novembre 2015.

Visto il mutevole quadro relativo agli ammortizzatori sociali, abbiamo deciso di sottoscrivere subito a un mancato accordo di proseguire il confronto in sede ministeriale e verificare quindi le condizioni per la gestione dell’esubero con la cassa integrazione straordinaria.

Contestualmente al verbale di mancato accordo, abbiamo chiesto e formalizzato l’impegno della società a far decorrere comunque la cassa a partire dal 16 giugno, al fine di evitare una penalizzazione dei lavoratori in termini economici e di durata della cassa derivanti dal mancato accordo di oggi. Parimenti la società si impegnata a commisurare ai lavoratori la retribuzione relativa ai tempi normali della procedura anche nel caso non vi siano strumenti continuativi e si proceda quindi verso una mobilità diretta.

In relazione alla procedura di mobilità avviata il giorno 15 aprile e relativa all’esubero di personale dichiarato dalla società nei negozi delle piazze di Bergamo, Milano, Firenze, Roma, Padova e Venezia, abbiamo sottoscritto un verbale di accordo che prevede il criterio esclusivo della non opposizione alla collocazione in mobilità e riprende il piano di incentivi all’esodo già sottoscritto per le scorse procedure.

Nel verbale abbiamo inserito un impegno reciproco a svolgere incontri territoriali finalizzati alla gestione delle problematiche relative al costo del personale e al fine di salvaguardare l’occupazione.

La società ci ha inoltre comunicato che dal 15 maggio interverrà un cambio di denominazione e pertanto la Milano Report diventerà Retail Italia Network (RIN).

Anche a seguito di tale notizia e dei numerosi cambiamenti organizzativi avvenuti negli ultimi mesi, abbiamo chiesto di organizzare, oltre agli incontri che si terranno in sede istituzionale, un incontro sui diritti di informazione e consultazioni da tenersi nel mese di giugno, ricevendo disponibilità da parte della società.

p. la Filcams Cgil Nazionale

Luca De Zolt

Milano Report – Verbale di mancato accordo 30/04/2015

Milano Report – Verbale di accordo 30/04/2015