Migliorati negli ultimi dieci anni i conti della previdenza

21/07/2003

      domenica 20 luglio 2003

      Migliorati negli ultimi dieci anni i conti della previdenza

      MILANO I conti previdenziali sembrano
      migliorare: secondo un’analisi della Cgia di
      Mestre il tasso di copertura (ovvero il rapporto tra
      le entrate contributive e le uscite per prestazioni
      pensionistiche) è passato dal 61,5% del 1992 al
      71,4% del 2002. Oggi, ogni 100 euro spesi in
      pensioni 71,4 sono coperti dai contributi versati
      dai lavoratori. Tuttavia continua ad aumentare
      l’incidenza delle pensioni sugli occupati. Nel 1982
      erano il 60,4% ora sono il 70,6%.
      Insomma, si legge in una nota della Cgia, le
      riforme degli anni ’90 stanno dando i loro frutti.
      L’aumento del livello della contribuzione è
      certamente il punto cardine attorno ai quali ruota
      questa tendenza virtuosa. Ciò non significa,
      comunque, non valutare altri indicatori. Infatti,
      mentre il numero delle pensioni negli ultimi 20
      anni è aumentato di oltre il 21%, il numero degli
      occupati ha segnato solo un +4%. Risultato: le
      pensioni erogate oggi arrivano a 15 milioni
      190mila contro i 21 milioni 514mila lavoratori
      attivi.