Metro – Verbale Accordo 15 febbraio 2002

VERBALE D’ACCORDO

Bologna, 15 febbraio 2002

Tra la Direzione della Società Metro Italia Cash and Carry S.p.A. rappresentata dai Sigg dr. Giuseppe Truglia, dr. Francesco Berruti, dr. Paolo Savoldi, dr.Antonio Curcio

e

la FILCAMS-CGIL rappresentata dal sig. Claudio Treves
la FISASCAT-CISL rappresentata dal sig. Giovanni Pirulli
la UILTuCS-UIL rappresentata dal sig. Marco Marroni,
con le RSU dei magazzini di Bari e Mestre,

si è definito quanto segue:

con riferimento all’accordo firmato il 28 marzo 2001 presso il Ministero del Lavoro e della Previdenza Sociale, relativamente all’apertura della procedura di mobilità nei punti vendita di Bari, Genova e Mestre, si è effettuato in data odierna il secondo incontro previsto, nell’ambito delle clausole concernenti il contratto di solidarietà difensiva di cui al punto 4 , nel mese di aprile 2002.

A seguito delle valutazioni scaturite dall’esame del bilancio costi – benefici della manovra sugli organici e dalle prime risultanze dei conti economici dei magazzini, si è stabilito di far cessare il contratto di solidarietà per l’unità di Mestre il giorno 2 marzo 2002, mentre per il magazzino di Bari la solidarietà terminerà il giorno 1° giugno 2002 .

Per quanto riguarda l’integrazione del premio di produttività 2002 prevista nella lettera di impegno del 9 aprile 2001 si è convenuto di anticiparne l’applicazione al 2001, con un ulteriore incremento dell’importo che porta il totale dell’integrazione a Euro 154,94 lordi.

E’ stato definito inoltre di costituire nel magazzino di Mestre un gruppo di miglioramento per contribuire a identificare nuove possibilità sul piano commerciale.

Copia del presente accordo sarà inviata a cura della Direzione aziendale al Ministero e alle sedi INPS interessate.

Letto, confermato e sottoscritto

Filcams

Fisascat Metro Italia Cash and Carry S.p.A.

Uiltucs