Metro, circolare Accordo proroga CdS 24/09/2015

Roma 25-09-2015

Nella giornata di ieri a Roma si è svolto l’incontro previsto per la proroga dei contratti di solidarietà già attivi nei punti vendita Metro di Bari, Catania, Surbo (Le) e Verona dal 1° gennaio dell’anno in corso.
L’accordo – che proroga i contratti di solidarietà per l’intero 2016 e che alleghiamo alla presente circolare – contiene altresì alcune rilevanti differenze rispetto a quello sottoscritto il 16 dicembre 2014. Nello specifico:

    a)Il trattamento del lavoro domenicale già previsto a Bari (40%di maggiorazione per i full time e 45% per i part time) viene esteso anche agli altri 3 magazzini in pendenza di solidarietà per il 2016 (vedi punto 10 del verbale di accordo);
    b)Per il premio variabile annuale previsto dal contratto integrativo aziendale in scadenza per il 2016 saranno condivisi a livello territoriale parametri specifici con obbiettivi trimestrali;
    c)Durante il 2016 si terranno incontri trimestrali a livello di punto vendita alla presenza delle OO.SS. territoriali per monitorare l’andamento degli specifici parametri del premio variabile. In presenza di ritardi o accelerazioni rilevanti rispetto ai piani di rientro potrà essere richiesto il coinvolgimento del livello nazionale (vedi punti 8 e 9 del verbale di accordo);
    d)L’azienda ha manifestato l’emergere di una situazione di rigidità nei punti vendita sul versante dell’organizzazione del lavoro, in connessione all’applicazione dei contratti di solidarietà e all’elevata stagionalità delle vendite, che coinvolge anche le aree preservate dalla solidarietà (cosiddetti “infungibili”). Allo scopo di fronteggiare tale situazione si è introdotta la possibilità di realizzare da parte dell’azienda un incremento del personale dei reparti infungibili attingendo dagli altri reparti, con corrispondente riduzione della percentuale di ricorso alla solidarietà (vedi punti 6 e 7 del verbale di accordo).

In relazione a quanto ora descritto, il verbale di accordo prevede un’ulteriore clausola sospensiva dell’efficacia del contratto di solidarietà, consistente nella conclusione con esito positivo del confronto da avviarsi fin dalle prossime settimane a livello di singolo punto vendita “volto alla rimodulazione della prestazione oraria, anche del personale infungibile”, secondo le esigenze derivanti dai picchi e flessi di attività (vedi punto 5.b del verbale di accordo).
Raccomandiamo a tutte le strutture di operare in tale ambito con grande cautela e in stretto coordinamento con le Segreterie Nazionali in considerazione della posizione
delicata in cui la Metro si trova dal punto di vista del Contratto Collettivo Nazionale di Lavoro, in quanto aderente a Federdistribuzione.

P.Segreteria Filcams CGIL nazionale
Mesina Giuliana