Metro Italia, invio Piattaforma rivendicativa 04/04/2003


Roma, 4 aprile 2003

Oggetto: Invio piattaforma rivendicativa

      CIA METRO Italia C.& C. e ulteriori comunicazioni

      Spett.le

METRO Italia Cash & Carry
Alla cortese attenzione del
Dr. Giuseppe TRUGLIA
Via XXV Aprile 23
20097 San Donato Milanese
(MI)

      Egregi Signori,

      Vi trasmettiamo in allegato alla presente il testo della piattaforma rivendicativa per il rinnovo del Contratto Integrativo Aziendale della Vostra Società quale è stato licenziato dal Coordinamento Nazionale dei delegati METRO e delle strutture FILCAMS, FISASCAT, UILTuCS, svoltosi a Roma il 3 aprile 2003. Contestualmente Vi invitiamo ad indicarci una data per procedere all’avvio della trattativa negoziale con un primo incontro destinato – secondo la prassi – all’illustrazione dei temi in essa contenuti e per risolvere i contenziosi in corso.

      Nel far ciò non possiamo altresì esimerci dal segnalarVi alcune circostanze emerse nel corso del dibattito svoltosi in Coordinamento, rispetto alle quali ci sembra doveroso richiederVi urgenti chiarimenti.

      In primo luogo Vi rammentiamo che da parte Vostra non è pervenuta alle scriventi Segreterie Nazionali alcuna risposta alla lettera da noi inviataVi in data 30 gennaio 2003, con la quale – nel registrare il nostro dissenso rispetto alla comunicazione da Voi effettuata in data 27 gennaio circa la problematica del premio di produttività relativa all’anno 2003 (e quindi da erogarsi nel 2004) affrontata in occasione del nostro incontro di Bologna del 27 gennaio – Vi proponevamo alcune significative integrazioni al Vostro testo.

      Ci vediamo quindi nella condizione di dover registrare il permanere di una marcata distanza tra le nostre posizioni rispetto a questo specifico punto che, se potrà essere affrontata nel corso del futuro negoziato, in ogni caso ci induce ora a ribadirVi che in mancanza del riconoscimento anche per l’ anno in corso, dell’ultravigenza dell’intero montante potenziale di salario variabile previsto nel CIA 1999 (pari a Lit. 1.800.000, corrispondenti a Euro 929,62) non può essere da Voi pretesa la proroga degli attuali regimi di organizzazione del lavoro nei Vostri magazzini “senior” prevedenti per gli assunti ante 1° ottobre 1993 la prestazione di 32 settimane lavorative su sei giorni, e quindi andranno ripristinati i regimi di orario e la loro distribuzione settimanale previsti dalla precedente contrattazione integrativa.

      Ci sono state poi segnalate numerose situazioni di contrasto e conflitto in alcune Vostre unità produttive. Tra queste richiamiamo a titolo esemplificativo (e purtroppo non esaustivo) le rilevanti modifiche unilaterali apportate da Voi a prescindere da qualsiasi confronto sindacale all’ organizzazione del lavoro, alle turnazioni, alla fruizione del servizio di mensa e per quel che attiene l’utilizzazione degli impianti in diversi magazzini, particolarmente rilevanti per quel che concerne i magazzini di Genova e Brescia, sì da suscitare la legittima reazione delle nostre rappresentanze aziendali e territoriali.

      Da ultimo, da Bolzano, ci è stata segnalata la Vostra pretesa di decidere unilateralmente circa la composizione numerica della neo eletta Rappresentanza Sindacale Unitaria modificando i criteri pattuiti di determinazione dell’organico di riferimento.
      Tutto ciò non contribuisce certamente, come invece era nelle nostre ed almeno a parole anche nelle Vostre aspirazioni, ad “assicurare al negoziato un clima di serenità, che agevoli i doverosi approfondimenti dei problemi di efficienza e competitività che l’azienda deve affrontare nei prossimi anni.” Vi comunichiamo pertanto che il Coordinamento ha deciso lo svolgimento nelle prossime settimane di assemblee in tutte le Vostre unità produttive al fine di approfondire coi lavoratori i temi suddetti e convenire circa la linea di condotta da adottare.

      Vi comunichiamo inoltre, anche ai fini della copertura dei costi previsti dagli accordi in essere, che, come per le volte precedenti, la nostra delegazione trattante sarà composta da n. 12 componenti per OO.SS.. Nei prossimi giorni provvederemo ad inviarvi i rispettivi Nominativi.

      In attesa di un Vostro auspicato cenno di riscontro, inviamo distinti saluti.

      P/la Filcams-CGIL P/la Fisascat-CISL P/la UILTuCS-UIL
      (Scarpa) (Pirulli) (Marroni)
Link Correlati
     Nota esplicativa
     Comunicato stampa