METRO: IL MAGAZZINO DI PISA IN SCIOPERO CONTRO LA DOMENICA LAVORATIVA

10/02/2004

FILCAMS-Cgil
Federazione lavoratori commercio turismo servizi

Ufficio Stampa
www.filcams.cgil.it

10 febbraio 2004

METRO: IL MAGAZZINO DI PISA IN SCIOPERO CONTRO LA DOMENICA LAVORATIVA

Finora c’è stata una giornata di sciopero ma intendono continuare nella loro protesta se la direzione del magazzino Metro di Pisa non affronta con la rappresentanza sindacale lo spinoso problema delle domeniche lavorative.

«La Metro ha deciso unilateralmente di aprire tutte le 52 domeniche dell’anno – dicono i rappresentanti sindacali –, e per fare questo sta assumendo personale con contratti a tempo indeterminato dove la clausola è l’obbligo del lavoro domenicale e il giorno di riposo è fissato di mercoledì».

In questo modo, considerata la domenica normale giorno lavorativo, saltano anche le maggiorazioni contrattuali previste per chi lavora di domenica. Tra le altre condizioni, i contratti per i nuovi assunti prevedono poche ore di preavviso per la variazione dell’orario di lavoro.

Piena solidarietà ai lavoratori del magazzino di Pisa è stata espressa dalla segreteria nazionale della Filcams.

Maurizio Scarpa afferma che la difesa della domenica come giorno di riposo è per il sindacato irrinunciabile ed è stata ribadita nella discussione per il rinnovo del contratto nazionale di lavoro.

Anche il protrarsi «ingiustificato» della trattativa per il contratto aziendale Metro è fonte di malumore per i lavoratori pisani. «Il contratto nazionale è scaduto da tredici mesi – dicono – e dopo un anno di confronto non si riesce a concludere quello aziendale. In questo modo va a farsi benedire il potere d’acquisto del nostro salario».