METRO: FIRMATO CONTRATTO INTEGRATIVO DI GRUPPO

22/07/2004

FILCAMS-Cgil
Federazione lavoratori commercio turismo servizi
Ufficio Stampa
www.filcams.cgil.it

22 luglio 2003

METRO: FIRMATO CONTRATTO INTEGRATIVO DI GRUPPO

Trattativa conclusa e firma di Filcams Fisascat Uiltucs sull’ipotesi di accordo per il rinnovo del contratto integrativo del gruppo Metro – catena di cash & carry che occupa in Italia 4mila dipendenti in 34 magazzini.

«Un’intesa – afferma Maurizio Scarpa, segretario nazionale Filcams e responsabile per il gruppo – che stabilisce la riunificazione dei diritti e delle norme dell’intero gruppo, superando divisioni tra tipologie di magazzino e anzianità di servizio.

«Oltre all’armonizzazione dei trattamenti – prosegue Scarpa –, si applicherà per la prima volta, entro la vigenza contrattuale, l’integrativo anche ai magazzini ultimi nati nel gruppo, i cosiddetti Eco, a partire dal salario variabile. Il contratto integrativo aziendale sarà valido per tutte le nuove aperture. Inoltre, darà ultravigenza a tutta la contrattazione integrativa nel gruppo Metro del passato, dando quindi validità a norme che sarebbero state cancellate per effetto della nuova legislazione e a norme che l’ultravigenza non la prevedevano.

«Un’intesa – conclude Scarpa – che risponde ai principali obiettivi posti dalla piattaforma rivendicativa».

I punti del contratto:

* aumento del premio di produttività dagli attuali 930 a 1300 euro a regime;

* aumento di 25 euro sul salario fisso ai lavoratori interessati alla modifica della propria organizzazione del lavoro (incremento dei sabati lavorati nella misura di dieci);

* riduzione dell’orario di lavoro a 36 ore settimanali quando vi sia lo spostamento della pausa mensa a fine turno di lavoro;

* pausa caffè confermata per tutti i lavoratori con turni superiori alle quattro ore;

* ai lavoratori a part-time anzichè la riduzione di orario è previsto un aumento salariale di un’ora settimanale a parità di orario contrattuale;

* 12 ore di formazione, gestite da una commissione paritetica nazionale, sono previste all’interno dell’orario di lavoro;

* il servizio mensa sarà garantito anche nei turni serali e per l’ intera settimana;

* per garantire i diritti sindacali l’azienda s’impegna a fornire trimestralmente i dati relativi al personale, sia per quanto riguarda le tipologie d’assunzione sia per le assenze sia per gli andamenti aziendali; costituita una commissione pari opportunità;

* sugli appalti, oltre al confronto preventivo in caso di servizi dati in appalto, l’azienda si impegna a inserire nel capitolato l’obbligo dell’applicazione del contratto di lavoro, anche per le cooperative;

* per i contratti a termine è sancito il diritto di priorità in caso d’assunzione;

* i part-time hanno priorità nel passaggio a full-time; priorità del lavoro notturno nel passaggio al lavoro diurno.