Metis spa – Comunicato Sindacale 17 marzo 2009

Roma, 17 marzo 2009

Comunicato sindacale a tutti i dipendenti dell’AGENZIA DEL LAVORO METIS

In questi giorni l’arroganza di Metis ha raggiunto il culmine inviando a 68 lavoratori le lettere individuali di licenziamento, tentando di aggirare così le procedure di consultazione sindacale previste dalla legislazione.

Cio’ avviene mentre le altre Aziende del settore, coerentemente con quanto previsto nell’Accordo Sottoscritto tra Sindacato Nazionale del Commercio e la loro associazione ASSOLAVORO, stanno mettendo in atto il confronto e la trattativa con il sindacato per trovare in questa situazione di crisi soluzioni non traumatiche e di tutela per i lavoratori.

METIS invece vorrebbe togliere ogni diritto di difesa ai suoi dipendenti trattandoli come merce da buttare!

In un’azienda come questa che senza scrupoli procede indiscriminatamente ai licenziamenti colpendo la dignità delle persone tentando di isolarle e neutralizzarle , nessuno può sentirsi al sicuro e quindi invitiamo tutti i lavoratori ad organizzarsi ed a rigettare questi comportamenti inaccettabili.

Il Sindacato si è già attivato per dare il supporto necessario nelle realtà locali e a livello Nazionale. Tuttavia è fondamentale che i lavoratori reagiscano immediatamente in modo compatto dimostrando all’azienda che non sono disposti a lasciare calpestare i propri diritti. .

Pertanto si proclamano 8 ore di sciopero per Venerdi 20 marzo 2009 con presidio davanti alla sede dell’Azienda Viale Rastelli, 3/7 Milano per l’intera giornata e si invitano tutti i lavoratori di tutte le Regioni a partecipare con una folta delegazione.

L’obiettivo e’ di ricondurre l’Azienda ad un confronto civile. Qualora permanesse questo atteggiamento inaccettabile saranno decise ulteriori iniziative di lotta, oltre a quelle legali a supporto dei lavoratori, chiedendo altresì l’intervento delle Istituzioni.

    FILCAMS – CGIL FISASCAT – CISL UILTUCS – UIL